mercoledì 7 giugno 2017

Recensione: Butterfly Tattoo di Deidre Knight

Titolo: Butterfly Tattoo
Autrice: Deidre Knight
Casa editrice: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo
Formato: pdf, epub, mobi
Lunghezza: 399 pagine
Prezzo: € 6,99

Proprio quando l’oscurità sembra ormai perenne, il destino riporta la luce.
Michael Warner è scivolato in una sorta di intorpidimento mentale da quando il suo compagno è stato ucciso da un autista ubriaco. Con l’avvicinarsi dell’anniversario dell’incidente, la sua sofferenza diventa sempre più soffocante. Eppure deve riuscire a trovare una via d’uscita dal labirinto di dolore e di segreti così da riprendere a vivere per la loro giovane figlia, che lotta contro il senso di colpa per essere sopravvissuta allo schianto.
Dall’oscurità giunge una voce, un’ancora di salvezza che non si sarebbe mai aspettato di trovare: Rebecca O’Neill, produttrice esecutiva dello studio cinematografico nel quale Michael lavora come elettricista.
Rebecca, un’ex celebrità rimasta ferita in seguito all’attacco di un fan pazzo, si è ritirata dalle scene, certa che nessuno potrà mai guardare oltre il suo aspetto sfigurato. La scintilla tra lei e Michael giunge inattesa, così come il legame quasi mistico con la figlia.
Per la prima volta, tutti e tre si trovano costretti a esaminare le loro cicatrici alla luce dell’amore. Ma fidarsi è difficile, soprattutto quando non sei sicuro a cosa credere quando ti guardi allo specchio. Alle cicatrici? O alla verità?

Lettura perfetta per l'estate. Lo stile è abbastanza scorrevole. La storia nel complesso si presenta interessante, coinvolgente e curiosa.
I protagonisti non sono proprio comunissimi e le loro caratteristiche non sono da meno. Di certo in questo caso non si può parlare di cliché e sopratutto non in prima regola. 
Dividendo il libro in primo e secondo tempo, come un film, troviamo che il primo è davvero ben proposto, non mi sarei mai immaginata un protagonista maschile come Michael e di sicuro non ne avevo mai letto; per quanto riguarda la protagonista femminile, invece, la troviamo forse troppo consapevole o pronta a prendersi la colpa per quello che è accaduto, perché questo è il suo modo di affrontare il cambiamento che l'attacco ha fatto scaturire. Abbiamo spesso letto di personaggi sottoposti a vicende molto delicate, dove si affrontavano violenze psicologiche e fisiche ma in questo caso, Rebecca è arrivata davvero ad un passo dall'essere morta ed ha fatto ritorno. I punti negativi ci sono, perché una storia non può esser troppo rose e fiori e magari ci sono alcuni esagerazioni o spiegazioni un tantino surreali ma come ho detto nel cotesto è una lettura fresca. Arrivando al secondo tempo, però, si ricade in tira e molla piuttosto comuni. La maniera migliore per rendere l'idea è quella del gambero: anziché andare avanti si torna indietro cercando di calcare la mano su qualunque cosa potesse essere sembrata presa troppo sotto gamba e questo potrebbe rendere la storia più pesante. 
Decisamente si parla di nuovi inizi, di amori impossibili da dimenticare ma che vanno tenuti nel proprio cuore, senza rapirlo in tutti i suoi angoli; per lasciare spazio a nuovi legami.  Ci sono rivelazioni, che sono magari un po' esagerate ma questo è il libro. 

e mezzo.

Grazie alla Triskell per la copia omaggio!

Nessun commento:

Posta un commento