venerdì 16 giugno 2017

Blog Tour "Ossa e Corallo" - Tappa #5 Parola al traduttore Paolo


Buongiorno! Siamo giunti alla quinta tappa :) Dopo aver conosciuto l'autrice e i personaggi, aver scoperto la musica adatta e imparato qualcosa sulle sirene, è giusto sapere qualcosa anche da parte del traduttore Paolo Costa. Pronti? Via!

Titolo: Ossa e Corallo
Titolo originale: Coral and Bone
Autrice: Tiffany Daune
Traduttore: Paolo Costa
Genere: Paranormal 

Halen sa che le scintille che le infiammano le dita sono un pericolo. Ha passato ogni attimo della sua vita nel tentativo di contenere quelle emozioni esplosive che le permettono di distruggere ogni cosa, ma adesso che è tornata a Rockaway Beach, il posto in cui ha visto suo padre annegare, non riesce più a domare le fiamme.
Halen cerca di resistere, ma quando viene spinta verso un nuovo mondo pieno di misteri, il regno sommerso di Elosia, inizia a scoprire la verità sul suo passato e non può fare a meno di andare a fuoco. Mentre esplora Elosia, capisce che ogni attimo della sua vita è stato una menzogna.
Quando le stesse persone che l'hanno ingannata si offrono di aiutarla, Halen deve scegliere: andare via, o scatenare la magia che potrebbe distruggere ogni cosa?


Ciao Paolo! E' un gran piacere averti oggi nel mio angolino virtuale. Per cominciare, parlaci un pò di te.
Ciao Tania! Innanzitutto, grazie a te per avermi dato l'incredibile occasione di essere qui a parlare di me e di quello che faccio. Adoro il tuo angolino, lo sai già!
Che dire di me? Sono un ragazzo del tutto normale, ho soltanto vent'anni e una vita spesa tra libri, serie televisive, amici e un fidanzato che adoro.
Eppure, soltanto i libri sin da sempre son stati il sogno di tutta la mia vita e sono felicissimo di poterci lavorare adesso, sia come autore che come traduttore. Adoro le parole, come suonano e quali sensazioni riescono a dare, e adoro essere un “creatore” di parole per gli altri.
Per il resto, che altro aggiungere? Mi occupo del gruppo Amnesty della mia città e all'occorrenza aiuto in diversi ristoranti quando necessario. L'ho già detto, sono un tipo abbastanza ordinario!

Com'è collaborare con Tiffany? Mi è sembrata una persona molto gentile e disponibile.
Tiffany è una splendida persona. Non so esattamente quando, durante la traduzione, il lavorare “per” lei si è trasformato in un lavoro “con” lei. Ci siamo sostenuti l'un l'altro, ci siamo aiutati a vicenda, passo dopo passo. Tiffany è stata disponibile sin dall'inizio, cordiale come pochi e simpatica all'occorrenza. Ho adorato lavorare con lei e ho adorato ancor di più lavorare al suo romanzo.

Mentre traducevi Ossa e Corallo, come te li sei immaginati i personaggi? Hai un tuo dream cast da proporci?
Devo dire che la descrizione dei personaggi nel romanzo è stata del tutto chiara, seppur lasciato un notevole margine di immaginazione. Con l'andare dei capitoli, ho avuto chiaro il mio dream cast e me ne sono innamorato alla follia.
Per me, questi attori potrebbero rappresentare benissimo i personaggi del romanzo:
India Eisley nel ruolo di Halen;
Bobby Lockwood per interpretare Dax;
Sami Gayle sarebbe perfetta per Tage;
Ryan Potter lo amerei alla follia nel ruolo di Ezra;
Joey Pollari rispecchia l'idea che mi sono fatto di Catch;
Madelaine Petsch sarebbe incantevole per la nostra Pepper;
Charlie Hunnam darebbe un fascino incredibile a Daspar;
Aaron Taylor Johnson è assolutamente il perfetto Asair;

Quali sono state le tue emozioni durante la traduzione?
Tradurre “Ossa e Corallo” è stato un viaggio incredibile verso un mondo che mi ha fatto innamorare e venire la pelle d'oca più volte. Ho amato ogni cosa di questa storia, a partire dai personaggi ben caratterizzati e con una psicologia da paura, finendo con la storia dei Tre Regni e con il particolare concetto di “magia” che la Daune ha messo nella trama.

Qual'è stato il personaggio in cui ti sei rispecchiato di più in Ossa e Corallo o che magari vorresti incontrare nella vita reale? 
Sinceramente, mi rispecchio molto in Halen. È una ragazza impaurita e insicura, non sa cosa le sta succedendo, ma è determinata a scoprirlo e affrontarlo una volta per tutte. Mi è piaciuto molto lo sviluppo di questo personaggio, e penso che potremmo andare molto d'accordo, se esistesse veramente.

Come lettore, qual'è il tuo genere preferito in assoluto?
Devo ammettere di non avere un genere in particolare, dal momento che adoro destreggiarmi e alternare generi e romanzi totalmente opposti tra loro. Eppure, l'urban fantasy con un pizzico di romance è quello che mi attira maggiormente, una volta in libreria.

Visto che sei anche uno scrittore, pensi di migliorare il tuo stile anche tramite gli scrittori che traduci?
Indubbiamente! Ogni romanzo che ho tradotto mi ha lasciato qualcosa, ed ogni autore che ho conosciuto mi ha trasmesso una forza e una conoscenza incredibile, che spero di poter sfruttare degnamente un giorno. Ognuno di loro aveva uno stile di prosa diverso, che non lasciava mancare nulla e che era un piacere da leggere. Spero di poter arrivare al loro livello, in futuro.

Come ti sei trovato con il sito Babelcube? Lo trovi ottimo per qualunque traduttore?
Babelcube è un ottimo sito per chiunque abbia voglia di fare esperienza con le traduzioni, guadagnando qualcosina ma non troppo. Io lo sto usando molto perché lavorare con le traduzioni è il mio sogno da tutta la vita, e vorrei acquisire molta più esperienza e fama con ogni mezzo possibile. Non mi trovo affatto male con Babelcube, ma so anche che non potrà mai essere un lavoro a tutti gli effetti, purtroppo.

Puoi dirci qualcosa riguardo ai tuoi progetti futuri? Non solo da traduttore, magari anche da scrittore.
Be', certamente per il futuro ho grossi progetti in mente, e ti ringrazio per avermelo chiesto.
Durante l'estate verrà pubblicata la seconda edizione del mio romanzo, “Puoi Sentire la Notte?”, la storia da cui è partito il mio vero e proprio sogno. Lo troverete sugli scaffali di tutte le librerie con il marchio della Milena Edizioni, con cui ho firmato un contratto.
Al momento sto scrivendo un racconto di un centinaio di pagine, si chiamerà “Regalami un Altro Domani” e tratterà il tema della vita e della gioia e la forza di vivere, con uno sfondo malinconico e due personaggi che sto già amando alla follia.
Nei primi mesi del 2018 sarà il turno del mio prossimo romanzo, “Il Veleno e la Libellula”, la storia di una ragazza di diciannove anni che decide di uccidersi per motivi del tutto sconosciuti. Ci sto mettendo davvero il cuore nella stesura e spero di riuscire ad arrivare ai miei lettori con i mezzi giusti.
Per quanto riguarda le traduzioni, porterò a termine le tre saghe che ho all'attivo: 
“Shadow Bloodlines series” di A.R. Cooper, in attesa dell'uscita del secondo romanzo e della novella spin-off ad esso legata; 
“Blue Eyes Trilogy” di B. Kristin McMichael, il cui secondo volume dovrebbe essere pubblicato quest'inverno; 
“The Siren Chronicles” di Tiffany Daune, con il secondo romanzo previsto per Gennaio 2018, in contemporanea con l'America.
Sembrerebbe un bellissimo anno per me!

Grazie mille, Paolo, per la tua cortesia e disponibilità! Ti auguro tanta fortuna per il futuro.
Grazie ancora a te, Tania! 
Un grosso abbraccio e spero di poterci ritrovare presto tra queste pagine... O tra questi pixel, hehe!


GIVEAWAY:
Una copia digitale del libro cerca casa, chi vuole tentare la fortuna? ;)

-Mettere la propria email SOLO nel form così che verrete contattati in caso di vincita.
-Essere follower dei blog partecipanti
-Commentare tutte le tappe del blog tour con frasi che abbiano senso dicendoci magari la vostra opinione sugli argomenti.
-Seguire la pagina FB dell'autrice Tiffany e del traduttore Paolo
-Facoltativo: Condividere l'iniziativa nei vostri social

Il Giveaway inizia il 12 Giugno e finisce il 18 Giugno, il giorno dopo sarà estratto il vincitore e contattato.


CALENDARIO:


4 commenti:

  1. Buonissima notizia che il secondo uscirà a gennaio :) non dovremo aspettare troppo! Grazie per questa soffiata _yoko

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ti dirò di più! Farò in modo di far uscire il terzo e ultimo volume a distanza di pochissimi mesi :) grazie a te per averci seguito sin qui, Yoko!

      Elimina
  2. Un agenda bella fitta!
    Complimenti a Paolo, sei davvero da ammirare per tutto l'impegno che metti in queste tue passioni!
    Credo che questa sia la prima intervista ad un traduttore che abbia mai letto, e ho apprezzato il dietro le quinte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille dal profondo del cuore, Alhandra! È proprio vero che i traduttori passano spesso in sordina, ma sono stato più che felice nel mostrarvi anche il mio punto di vista!
      Spero tu possa seguire le prossime pubblicazioni :) ci conto, eh!

      Elimina