martedì 16 maggio 2017

Concorso "Tu che sussurri alla mia Anima"

Nuovo Made in Italy all'orizzonte! Abbiamo questo recente romanzo di Cinzia del Bigallo più... una sorpresa! Leggete e ditemi voi! :3

Tu che sussurri alla mia Anima porta i suoi lettori in una Sicilia del 1833, tra strani sogni e un fosco destino. La protagonista Maria Castillo vede lugubri uccelli avvolgere la figura del padre e la comparsa di un lupo protettore agiterà il suo cuore.


L’autrice ha voluto mischiare nel suo libro storia e sentimento, aggiungendo con quel tocco di paranormale quella dose di pepe in più che non guasta mai. Da autrice in erba ha voluto premiare i suoi neo lettori con un concorso dedicato a tutti coloro che avranno voglia di leggere e acquistare il suo libro: acquistando una copia del suo romanzo potrete partecipare all’estrazione di tre viaggi a Palermo, con costo biglietti e hotel compreso nel prezzo!! Potete leggere tutte le clausule del regolamento sul suo sito http://www.cinziadelbigallo.com/ All’estrazione sarà presente un notaio per confermare la mancanza di imbrogli.


Se volete conoscere Cinzia l’autrice sarà presente col suo libro al Salone del Libro di Torino allo stand SEU!


DATI DEL LIBRO:
Tu che sussurri alla mia Anima
Cinzia Del Bigallo 
Self Publishing (23 aprile 2017)
€ 15,00 cartaceo
Link Amazon: http://amzn.to/2qGSNuz

TRAMA
Maria, ragazzina di sedici anni, ha in sé racchiuso un dono tramandatole da sua madre e dalla sua ava Maya del popolo Taino. La sua storia si svolge nella Sicilia del secondo periodo borbonico (1833); Maria Castillo, questo è il suo nome completo, unica figlia di Giuseppe Castillo e Rosalia Escobedo, nasce inaspettatamente, sfidando fin da subito il destino, lottando per rimanere in vita. Accanto a sé ha il suo spirito guida Maya, che l’accompagna nei suoi primi quattro anni di vita, facendole vivere quel periodo fanciullesco come qualunque bambina della sua età. La morte della mamma, però, cambia tutto. La forte somiglianza di Maria con la madre, non solo fisica ma anche spirituale, porta il padre ad allontanarla, non essendo pronto a rivivere esperienze particolari vissute con la moglie e, per difendersi, dolorosamente la caccia, affidandola alla dama di compagnia di Rosalia e governante della piccola, Anita, alla quale ordina di portare la figlia alla sua masseria di campagna.
Lì Maria cresce libera, non essendo costretta a rispettare le rigide regole dell’epoca per diventare una perfetta signorina. Anita deve contrastare il carattere deciso e intraprendente della ragazzina, che non si sottrae mai a misurarsi con i compagni di gioco del sesso opposto. Al compimento dei dodici anni però, la vita di Maria viene messa in subbuglio. Strani sogni, accompagnati da una voce che le parla una lingua sconosciuta, visioni di luoghi e immagini surreali, la portano a pensare, tenendo per sé questo segreto, di diventare pazza. La notte antecedente il suo sedicesimo compleanno, in uno di questi sogni vede il pericolo incombere su suo padre: lugubri uccelli lo avvolgono minando la sua vita, ma un lupo protettore apparso all’improvviso li allontana. Tutta l’attenzione di Maria è ora inesorabilmente rivolta verso di lui. Avvolto dalla nebbia, il lupo si trasforma in uomo, che celato, si dissolve lasciandole solo il ricordo dei suoi occhi glaciali.


Nessun commento:

Posta un commento