venerdì 4 novembre 2016

Speciale "La Spia del Mare" - Read along #2


Giorno, lettori! E' giunto il mio momento! *_* Chiara vi ha illustrato e dato la sua opinione sui primi dieci capitoli e Hanna ci ha presentato le donne che conoscerete nel libro. Ora procediamo con la lettura :3 



Autore - Virginia De Winter
Editore - Mondadori 
Genere - Storico, avventura, romantico
Uscita - 25 Ottobre 2016
Pagine - 408
Prezzo - 9,99 € ebook - 19,00 € cartaceo



È il 1741. Mentre la scintillante e cosmopolita Repubblica di Venezia si prepara per le celebrazioni del Carnevale, una spia inglese di nome Cordelia Backson si mette sulle tracce di un feroce gruppo di assassini che celano la loro identità dietro le maschere della Commedia dell'Arte. Cordelia è bella e pericolosa, in grado di maneggiare ogni tipo di arma, esperta di combattimento e di intrighi politici, ma ancora ignora che qualcuno progetta la distruzione della Serenissima. E che l'uomo a capo di questo efferato complotto è profondamente legato alla sua vita e a quella di ogni singolo componente della sua famiglia – i Giustinian. Sarà proprio ricostruendo ciò che è accaduto in passato che Cordelia si troverà a sciogliere gli enigmi che coinvolgono i suoi genitori e la sua gemella Cassandra. Ma a tormentarla c'è anche altro: Cassian D'Armer, un giovane uomo alto e bruno di sconvolgente bellezza, il cui sguardo fiero e cupo intimidisce chiunque tenti di avvicinarlo e che il caso ha messo sulla sua strada. Sarà Cassian ad accompagnarla nella sua missione insieme a tre amici: Alain de Mortemart, un aristocratico francese fuggito dalla corte di Versailles, il giovane abate Giacomo Casanova, libertino impenitente, e un nobile spagnolo in esilio volontario. Nessuno di loro è un cittadino gradito alla Repubblica, ognuno nasconde terribili segreti, ma, quando il pericolo incomberà su Venezia, il Doge non esiterà a reclutarli come spie, promettendo in cambio la grazia per i loro delitti e rischiando di portare alla luce il più oscuro tra i misteri che offuscano la storia della Serenissima. Attraverso un'attenta ricostruzione storica, affiancando con maestria personaggi reali e di finzione, con una scrittura appassionata e accesa di accattivante umorismo, Virginia de Winter dà vita a un thriller incalzante dalle atmosfere tenebrose, portando sulla scena popolata dalle maschere del Carnevale agenti segreti, alchimisti e uomini di Stato. Un romanzo coinvolgente e unico, che è anche un grande omaggio alla città di Venezia.



GRUPPO FACEBOOK 

Per seguire meglio l'iniziativa e fangirleggiare a tutto spiano senza limiti <3
Uniche regole: portare rispetto ed educazione agli altri e amare Virginia.





Ogni capitolo è emozione pura ed è difficile non divorarsi subito tutto il romanzo ma voglio sapere le vostre impressioni e tutto ciò che avete provato per determinate scene. Perciò spero che alla fine di questo post commentiate dando voce, o meglio parole scritte, alle vostre opinioni senza problemi.

Let's go!

Cominciamo! Eravamo rimasti che Cordelia e James sono riusciti a entrare nelle grazie di un gruppo di studenti che rivela loro informazioni importanti e molto raccapriccianti. A quanto pare c'è qualcuno che riporta in vita i morti e gli zombie sono a piede libero per Venezia. 
Il libro si alterna tra i pensieri e le vicende di Cordelia e quelle di Cassian dandoci la possibilità di avere un quadro completo di una trama avvincente e mozzafiato.
Nei primi capitoli abbiamo, diciamo, fatto le presentazioni e fino al capitolo 24 - che rappresentano la prima parte del libro ambientato a cinque anni prima del prologo - ci troviamo in una specie di preparazione alla storia vera e propria.
«Come faceva notare tempo fa il nostro comune amico Valier, non è affatto raffinato mostrare un eccessivo attaccamento. Lascio le volgari gelosie al popolino e condivido volentieri il piacere della vostra vicinanza con altri.»

   Si aspettava una replica a tono, invece lui assunse un’espressione meditabonda. «Non so mai quanto possa essere piacevole la mia vicinanza» disse. «A volte ho l’impressione che il buio che porto con me possa far scendere la notte anche su chi mi sta accanto.»
   «Le ore successive al tramonto sono incantevoli, mio signore. In effetti, sembra che per i veneziani il giorno sia quasi del tutto superfluo. Esiste forse qualcosa di più dolce della mezzanotte?»
    Lui non rispose subito ma parve soppesare le sue parole, sebbene frivole. «La mezzanotte è meno scura di quanto si dica, Madame. Mi riferisco piuttosto alle ore precedenti all’alba, quelle in cui sembra che la luce non arriverà mai. I guerrieri di Nadir–Shah usavano attaccare in quel momento, quando eravamo stremati per l’insonnia e la paura.»
Cordelia continua a scambiare la sua identità con quello della gemella Cassandra e inevitabilmente sta cominciando a provare sentimenti travolgenti per Cassian e un affetto sempre più profondo per la sorella malata. Quest'ultima sembrerebbe essere proprio la fanciulla della bara in fondo al mare che viene accennata nel prologo quindi finalmente una domanda avrà risposta di quelle tante che ogni lettore curioso si sarà posto. E' l'unico modo per "bloccare" per qualche tempo la malattia che la sta consumando e, come per la Giulietta di Shakespeare, cadrà in uno stato di morte apparente finché non si troverà il modo per guarirla. La speranza è l'ultima a morire, no? E noi non vogliamo certo che la tenera Cassandra muoia, vero? Assolutamente no XD Lei è essenziale per la #KeepCalmandshipCassandra&James, e quando scopro una ship non mi fermo più. Io VIVO di ship - tifo anche per coppie di animali ahahah
Giacomo, invece, si dimostra un personaggio molto intuitivo e dalla mente acuta, qualità nascoste dietro la sua farfalloneria, e per il momento è al terzo posto tra i miei prediletti. Non l'avrei mai detto, insomma, non è che vada poi pazza per i donnaioli incalliti.

«Non sbaglio mai quando si tratta di una donna, anche se travestita da uomo. Suppongo che in qualche modo abbiate saputo che il vostro amato era in pericolo e siete intervenuta per difenderlo.»

   Si posò un dito sul mento, rivolgendole ancora quello sguardo placido e pensieroso. «Vi prometto discrezione, se me lo chiederete.»
   «La imploro, signore» disse lei. «Mio padre è talmente severo riguardo la mia condotta, mi chiuderebbe in convento impedendomi di sposare l’uomo per cui tanto ho rischiato.»
   Casanova le rivolse un sorriso, innocente ed esperto insieme. «Avete la mia parola. Sigillate le mie labbra con un bacio e non sveleranno mai i vostri segreti.»
   Cordelia sfiorò con un bacio le trine del ventaglio e glielo porse; il ragazzo fece il gesto di prendere con delicatezza il bacio e avvicinarlo alle labbra.
   Dopo accaddero due cose: oltre la spalla dell’abatino, Cordelia vide Cassian con gli occhi fissi su di lei. Il cuore le si arrestò, non soltanto per il gelo che emanava ma anche perché dietro di lui vide una donna con una mezza maschera nera. Per un istante incrociò lo sguardo di Colombina, poi la donna si voltò e scomparve tra le coppie che ballavano il minuetto.
Le parti che ho preferito sono state quelle tra Cassian e Cordelia. Mi affascina leggere del contrasto di sentimenti che dilania entrambi. Lei rifiuta l'amore ma non può fare a meno di provare gelosia nei confronti di Cassandra che ne è la legittima fidanzata mentre lui sembra guardare e apprezzare la ragazza che si nasconde dietro alla presunta fanciulla dalla salute cagionevole. 
Mentre ho continuato a detestare il padre delle gemelle. Magari più avanti si dimostrerà una persona dal cuore d'oro in fondo in fondo sotto i piedi ma per il momento provo puro astio per quell'uomo.
Invece Alain fa la sua magnifica figura: un essere tormentato e freddo. Come dico sempre: Viva i tormentati! 

«Nei regni oltre la vita vige una regola molto rigida» spiegò, calmo. «Le creature che ne varcano le soglie non possono interferire le une con le altre quando hanno diversa natura. Mi dispiace, i miei spiriti non hanno il potere di scorgere i morti che vi tormentano.»

   Cordelia annuì rapidamente e abbassò la pistola. «Un’ultima cosa, de Rochechouart.»
   Lui ebbe un sibilo infastidito sentendola pronunciare quel nome.
   «State lontano da Cassian D’Armer. I vostri fantasmi non devono toccarlo.»
   Un lieve sorriso comparve sul volto dell’uomo, lei riuscì a intuirlo dalla sua voce quando le rispose: «I suoi fantasmi sono attratti da me, Madame, e questo costituisce un legame che nemmeno le vostre minacce possono incrinare».
Il capitolo 20 si conclude con la coppia di spie (non shipposa, chiariamo :P) Cordelia e James che sembrano arrivati a un vicolo cieco. Una pista falsa dettata dallo stesso Enrico Giustinian ma chissà se ha mentito oppure, per quanto assurde siano certe teorie, possa aver detto la verità. La suspence è forte come l'azione e l'attrazione. Non vedo l'ora di trovare le altre risposte che cerco.

Con la testa bruna che quasi sfiorava la sua, gli occhi che insistevano perché lei sollevasse i suoi a guardarlo, il suo fiato che le toccava il viso, Cassian le stava togliendo ogni pensiero coerente.

   «Non riesco a levarmi dalla mente quel giorno ai Giardini della Giudecca.»
   Lei serrò le dita intorno alle sue, uno scatto involontario.
   Quando lo fissò, la bellezza del suo sorriso era quasi irreale.
   «Anche voi ci avete pensato, adesso ne sono sicuro» disse Cassian. «Non potete guardami in quel modo e negarlo.» Alzò il viso e la sua mascella le sfiorò la tempia, poi sussurrò: «Lo straniero ha una ferita nascosta, hai sentito che sospiro gli ha strappato dal cuore il terzo bicchiere? E le rose della sua corona sono cadute tutte, petalo dopo petalo». Era ancora Callimaco, nella Grecia antica una leggenda voleva che le corone di rose non restassero mai ferme sul capo degli innamorati. «Non c’è alcun dubbio: è innamorato. Sono del mestiere e so riconoscere un altro ladro.»


Come accennato nel post di presentazione dello speciale, ecco a voi la...

PHOTOCHALLENGE CIOCCOLATOSA


REGOLE PER PARTICIPARE:
- fotografa La spia del mare con della cioccolata in qualunque forma
- utilizza gli hashtag #SpiaLaCioccolata e quello della tappa odierna
- condividi la foto sui social (Instagram e/o Facebook e/o twitter)
- inviaci i link della condivisione della foto a info.liberarcanus@gmail.com

FACOLTATIVO:
- cerca di utilizzare la stessa cioccolata dell'hashtag odierno nella tua foto o qualcosa - oltre a una cioccolata di qualunque tipo - che rimandi al gusto della tappa

Si può partecipare con una foto originale per ogni hashtag odierno, per un totale di 10 foto e 10 possibilità di estrazione. Se avete bisogno di qualche esempio guardate la prima tappa di Chiara e nel mio instagram (trovate il link nella colonna a sinistra).

 La cioccolata calda in premio è fondente al 60%. Una vera delizia *_* Contegno, Tany, niente bava...



L'ABBINAMENTO CHE VI PROPONGO IO E'...
*rullo di tamburi*
James, Cioccolato e Cannella
Hashtag: #JameseCannella


CALENDARIO



Scatenate la vostra creatività, riempite instagram e tutti i vostri social con La Spia e continuate a seguirci ;) Bacioni e buon proseguimento!


2 commenti:

  1. Ci ho messo una vita a commentare ma finalmente ho trovato il tempo! <3
    Ship *_*

    RispondiElimina