domenica 27 novembre 2016

Doppia recensione: La lettrice di Traci Chee


Autore - Traci Chee
Serie - Sea of Ink and Gold #1
Editore - Newton Compton
Pagine - 384
Prezzo - 9.90 € cartaceo - 0,99 ebook €

Sefia sa cosa significa dover sopravvivere. Dopo che il padre è stato brutalmente ucciso, è fuggita con la misteriosa zia Nin, che le ha insegnato a cacciare, seguire le impronte e rubare. Ma quando Nin viene rapita, Sefia rimane completamente sola. L’unico indizio che può aiutarla a ritrovare Nin è uno strano oggetto rettangolare che il padre ha gelosamente custodito fino al giorno della sua morte. Un manufatto mai visto prima, di cui nessuno le aveva mai parlato, perché nel mondo in cui è nata e cresciuta la lettura è un’attività proibita. Con l’aiuto di questo libro e di un ragazzo che nasconde oscuri segreti, Sefia cercherà di salvare la zia Nin e scoprire che cosa sia realmente accaduto il giorno in cui suo padre è stato ucciso. Con un meraviglioso alternarsi di storie di pirati, duelli di cappa e spada e assassini spietati, La lettrice è un’avventura raccontata in modo magistrale da uno straordinario nuovo talento. 



LA PAROLA A MARIANNA

Tre parole: avventuroso, interessante e sorprendente.
Esempio lampante della lettura cui si va incontro è sicuramente La storia infinita seppur, come ovvio che sia, ci sono delle differenze. Quindi è solo un esempio superficiale in quanto La lettrice va molto più in là della normale fantasia. Esistono tre sfaccettature che si muovono tra passato e presente, fondendosi e amalgamandosi perfettamente, lasciando infine una sola grande storia.
Sefia si ritrova a viaggiare tra terra e mare, con lo scopo di salvare tutto ciò che le resta. Qualcuno le ha portato via le persone che rappresentavano l'asse attorno al quale girava il suo mondo. In questo viaggio non è sola, dopo diverso tempo trascorso ad allenarsi, per essere pronta a riscattarsi "incontra", Arciere, il quale nonostante il silenzio in cui nuota riesce a far sentire la sua presenza e a supportare la sua nuova amica. 
Si dice che non sempre è la meta ad avere un importanza nel viaggio ma ciò che accade durante il percorso, ed infatti è così. Sicuramente Sefia scopre molte cose ma alla fine sono alcune parole che hanno maggior rilievo e racchiudono una scelta. Da tenere a mente in questo caso è la saggezza del Capitano Reed, o l'incoscienza. Sono punti di vista.
Un difetto, che il libro presenta, potrebbe essere il divagare in alcuni punti ma è il rischio di avere più personaggi e di dare maggior rilevanza ad ognuno di essi. Seguendo la storia il finale lascia diversi punti in sospeso, non moltissimi ma ci sono. Un leggero gusto amaro, una piccola nota stonata appena udibile se si tiene in conto che ci dovrebbe essere un seguito. (Solo per questo può provare a passare in secondo piano, del resto di alcune storie non se ne ha mai abbastanza.)

<< Puoi scegliere, Sef. Controllare il tuo futuro, o lasciare che sia il tuo futuro a controllare te>>.

______________________________

LA PAROLA A TANY

Questo libro di primo acchito non mi aveva colpito, almeno guardando la cover e la trama. Poi ho cominciato a leggere e non mi sono più fermata. E' stata una lettura avvincente ricca di avventura e sentimento con personaggi meravigliosi e molto realistici. Forse in alcuni punti l'ho trovato un pò affrettato, noioso o confusionario ma la storia in sè è stata davvero originale. Il libro si alterna tra la storia principale di Sefia con quella di altri personaggi del passato e con quella presente nel libro che la ragazza tiene sempre con sè. Questo mix di storie all'inizio mi aveva piuttosto confuso ma una volta capito il meccanismo e lo stile dell'autrice, la lettura è proceduta senza intoppi.
Siamo in un mondo dove la lettura è proibita e dove una ragazza, Sefia, sarà la chiave per sprigionare il pericoloso e gigantesco potere racchiuso in un Libro. La ragazza, dopo la cattura di sua zia, subirà una crescita guidata dalla vendetta, determinazione e voglia di sapere. Nel suo viaggio troverà gente senza scrupoli che vorranno impossessarsi del Libro ma al suo fianco ha Arciere, un ragazzo misterioso pratico nell'arte dell'assassino, che la aiuterà ad affrontare le difficoltà.
La cosa che mi è piaciuta di più durante la lettura è il legame che si è instaurato tra i due ragazzi Sefia e Arciere fin dal primo momento. Riescono a comunicare anche senza usare le parole, con solo la potenza degli sguardi o anche solo piccoli cenni. Lui non parla ma si fa capire comunque dalla protagonista e le fa sentire sempre la sua vicinanza. E' rara e davvero emozionante una tale intesa. Il worldbuilding è ottimo, con i miei amati pirati anche, ma avrei preferito non arrivare alla fine con tante cose in sospeso. Esatto, signori e signore, l'ennesimo finale aperto. A questo punto mi sto davvero odiando perché ormai dovrei saperlo che i cliffhanger si trovano ovunque come il prezzemolo ma eccomi di nuovo innervosita e in attesa di trovare risposta a molte domande.
Un progetto davvero buono ma che secondo me poteva essere sfruttato meglio.


GRAZIE ALLA NEWTON PER LA COPIA OMAGGIO <3






2 commenti:

  1. Ho preso questo libro anche io e appena posso lo leggerò sicuramente.

    RispondiElimina