lunedì 3 ottobre 2016

Recensione - La Profezia di Cordelia di Franco Mezzanotte


Autore - Franco Mezzanotte
Editore - Albatros
Uscita - 19 Maggio 2016  
Pagine - 316
Prezzo - 15,00 € cartaceo - 9,49 € ebook

L’amore e l’odio, il perdono e il rancore, l’altruismo e l’egoismo, insieme agli atteggiamenti che ne conseguono, sono nettare, nutrimento e fonte di vigore spirituale per il Bene e il Male, che finn dall’inizio dei tempi hanno mantenuto il necessario equilibrio a nché tutto ciò perdurasse. Uno spirito del Male, Boreazahar, per soddisfare la superbia che lo riempiva, guidava e sosteneva, si estraniò dal tacito e perenne accordo, ponendosi un ne: raggiungere il domino totale su tutto ciò che esiste, nel nome del Male. La sua decisione trovò il disappunto delle somme Forze. Il suo atteggiamento rischiava di incrinare l’eterno equilibrio e di dare vita a un nuovo e potente elemento, il Caos, mettendo in pericolo l’esistenza delle Forze stesse e dell’intero universo [...] Il Bene e il Male, nel tentativo di contrastare il progetto dello spirito ribelle, individuarono uno spirito buono, che fosse all’altezza dell’incarico. Boreazahar doveva essere fermato. Il compito fu a dato a Fonthbel [...] A te, prescelto che hai conosciuto ciò che è stato a lungo conservato, va il mio saluto. Per la tua missione ti auguro buona fortuna. Che la forza del Bene ti assista.


Voglio essere sincera: non ero molto tentata di leggerlo all'inizio. Diciamo che quella cover inquietante non mi abbia stimolato la curiosità di leggerne il contenuto (Albatros, dovreste rimediare, insomma! XD L'estetica è molto importante) ma poi un giorno mi sono detta "Proviamo", il genere fantasy è uno dei miei preferiti, ed eccomi qua! Lettura conclusa in pochissime serate e pronta a dire la mia su questo romanzo di Franco Mezzanotte.
Nelle prime pagine ero un pò confusa ma poi la lettura è proceduta senza altri intoppi facendomi entrare in una vera e propria avventura in compagnia di stregoni, saggi e guerrieri. Le vicende si alternano tra passato e presente e la storia cambia spesso inquadratura per seguire quello che fanno i protagonisti e i complotti degli antagonisti. 
I personaggi principali che rappresentano il Bene sono dei giovani ragazzi, Cristi, Musco, Kira e Tehon, che affronteranno un viaggio per scoprire verità sul loro destino e sconfiggere il Male, lo stregone malvagio Cronz e i suoi seguaci. Vogliono un mondo migliore fatto di colori e felicità e non quello sporco e corrotto sotto la tirannia di Cronz. I quattro saranno la chiave per la salvezza del mondo e alla fine capiranno le loro vere identità e il legame che li unisce. Un legame nato nel passato e che è perdurato per generazioni.
A volte ho detestato Cristi e Musco per il loro comportamento infantile, piuttosto irritante e fuori luogo per ragazzi di diciasette-venti anni mentre è entrata tra le mie grazie Kira, il personaggio tosto e intraprendente per eccellenza che non può mancare in un gruppo di avventurieri. Il loro è un gruppo bello assortito, non c'è che dire. Uno di quelli formati da persone molto diverse tra loro ma tra cui scorre una grande e invidiabile intesa.
Piccola parentesi: Fatevelo dire, alcuni nomi presenti in questo libro mi hanno provocato dei veri scioglilingua ma dovevo aspettarmelo visto che in molti fantasy usano nomi particolari. 
Comunque è una storia ben scritta e apprezzabile con un pizzico molto molto piccolo di romanticismo che non guasta di certo.
Il suo punto forte non è l'originalità ma riesce comunque a conquistare l'attenzione del lettore e a fargli provare varie emozioni come se fossimo all'interno del libro.
Avventura, dolore, amicizia e destino si mescolano per dar vita a questo romanzo che consiglio. Chi ha apprezzato il Signore degli Anelli e altre avventure fantasy può benissimo provare anche questo scritto creato dalla penna del nostro compaesano Franco Mezzanotte.


e mezzo





Nessun commento:

Posta un commento