martedì 11 ottobre 2016

Doppia recensione: "Vorrei che fossi tu" e "Vorrei che fossi ancora tu" di Lorenza Bernardi


Autore - Lorenza Bernardi
Editore - Piemme Freeway
Dettagli - 208 pg
Prezzo - 15,00 €

Cosa faresti se per errore ricevessi un messaggio da un ragazzo che non hai mai sentito nominare? Beatrice, sedici anni, timida e seria com'è, non ha dubbi: lo cancellerebbe all'istante. Si dà il caso, però, che il messaggio parli del suo libro preferito e Bea non resiste alla tentazione di rispondere. Tra i due inizia così una fitta corrispondenza di sms e, giorno dopo giorno, Bea scopre di avere un sacco di cose in comune con il ragazzo misterioso. Con lui sente di poter parlare di tutto e di riuscire ad aprirsi, condividendo sogni e speranze. Nel frattempo, però, Bea a scuola conosce Andrea, odioso e supponente come nessun altro. Le sembra che quel ragazzo non perda occasione per metterla in imbarazzo e lei non vuole avere niente a che fare con lui. Ma il destino, si sa, gioca brutti scherzi...



La storia è un piccolo classico alla A Cinderella Story
Un messaggio al numero sbagliato e si inizia con uno scambio di sms che porta ad una conoscenza platonica fino a scoprire che in realtà platonica poi tanto non lo è.
Mi chiedo, però, se non sia surreale tutta questa casualità, insomma quante probabilità ci sono che la persona con cui messaggi e di cui non sai granché sia il fratello della ragazzina a cui dai ripetizioni? Per di più fidanzato con la vipera di turno? 
Sicuramente poche... ma ci sono persone, ne sono sicura, pensino sia uno scherzo del destino. 
La storia ad un certo punto, quando ormai siamo giunti ad una prematura fine, ecco che riparte per raccontare quelle che sono le parti mancanti del puzzle, dove si scoprono i retroscena. Questa scelta non mi è dispiaciuta, ha cambiato un po' il solito schema senza dividere la storia in alcun modo anomalo. In pratica è come arrivare alla fine del libro piena di domande e in questo caso ricevere delle risposte in maniera esauriente ma non pesante o frettolosa. Per quanto riguarda i personaggi principali non ho molto da dire, sono abbastanza lineari. Da leggere senza impegno, magari nel tempo libero.






Autore - Lorenza Bernardi
Editore - Piemme Freeway
Uscita - 13 Settembre 2016
Dettagli - 256 pg
Prezzo - 16,00 €


La prima vacanza da sola con il proprio ragazzo è il sogno di tutte, ma per Bea la settimana in tenda con Andrea si è rivelata un vero disastro.
Non sa nemmeno bene il perché, eppure in Corsica sono nate delle incomprensioni e, tornati a casa, i due ragazzi si sono allontanati.
Per fortuna lei può aggrapparsi ai suoi storici amici e ai suoi amati libri. E quando per caso entra in Mitubùk, una community di lettori che si scambiano pareri e consigli, conosce un misterioso utente che, guarda caso, le ricorda tanto Emanuele, il ragazzo conosciuto a una festa in discoteca...



Prevedibile. La parola che userei per definire questo libro è proprio questa.
Sarò troppo critica ma non credo sia una storia ricca di fantasia, alla fine dei conti è un vecchio cliché. Non deve per forza essere un male ma nemmeno necessariamente un bene. Può essere letta in maniera tranquilla senza troppe aspettative. 
L'autrice ha uno stile abbastanza fresco, è da riconoscere che ha saputo rappresentare alla perfezione ciò che passa per la testa di un'adolescente innamorata. Direi che la nostra Bea in questo secondo capitolo subisce delle variazioni, non è più un personaggio tanto lineare come l'ho definita in precedenza, diventa un tantino patetica ma del resto un po' tutti lo siamo quando il cuore e la testa vengono presi in ostaggio. Come al solito è Andrea a saper giocare le sue carte ed a lottare per tenersi stretta la sua ragazza, ma spero per lui che metta in atto le sue stesse parole e non sia sempre troppo indulgente.


Grazie alla Piemme per la copia omaggio!


Nessun commento:

Posta un commento