martedì 27 settembre 2016

Blog Tour "Misteriosi Lasciti e Oscuri Doni" - Tappa #5 Intervista all'autrice



Vi auguro buongiorno, cari lettori! Oggi è il mio turno di presentarvi questo nuovo scritto di Giulia Anna Gallo e di finire in bellezza il tour. Giunti al capolinea, conoscerete la simpatica autrice e darete una sbirciata a questa novella e al futuro della serie Arest. Cominciamo! Grazie mille a Giulia per aver risposto alle mie domande, alla Dunwich e alle blogger che hanno ospitato il tour <3



Titolo: Misteriosi Lasciti e Oscuri Doni
Autore: Giulia Anna Gallo
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 141
Prezzo: € 2,99 (Gratis per Kindle Unlimited)
Data di uscita: 27 settembre 2016
Link per l’acquisto: https://goo.gl/ojXf94


SINOSSI

Tahar Mehenni, orfano fin dall'infanzia e principe degli stregoni, non è più lo stesso dalla morte della sorella Zora. Gli ultimi dodici anni per lui sono stati una vera e propria agonia, e non solo a causa dell'inevitabile dolore dovuto alla perdita di tutti i suoi cari, ma anche per via del vuoto senza nome che percepisce nel profondo e di cui non riesce a liberarsi. Nonostante il tempo lo abbia aiutato a elaborare il lutto, avverte l'inspiegabile mancanza di qualcosa di indefinito. Quando il re suo zio lo incarica di indagare sulla natura di un sortilegio scagliato ai danni di una piccola cittadina del Nord Italia, Tahar accetta quasi per inerzia. Ancora non sa che tra le vette innevate di quelle montagne si celano segreti di vecchia data e, ad attenderlo lì, c'è il destino a cui finora si è sottratto senza saperlo, più complesso e pericoloso di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

L’AUTRICE

Giulia Anna Gallo nasce a Torino, ma cresce in un tranquillo paesino di provincia immerso nella campagna ai piedi delle Alpi Cozie. Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche, si sta specializzando in Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione.
È il tipo di persona che ha sempre un romanzo in borsa e uno sul comodino, la cui camera da letto è un labirinto di pile di libri e che si addormenta e si sveglia immaginando i possibili sviluppi dell’ennesima storia che le frulla per la testa.

UN ASSAGGIO

Ne appuro la solidità, accertan­domi di averla ritrovata sul serio, e la accarezzo con il pollice mentre tento di ricompormi. Le memorie, in verità, non sono affatto in disordine e nem­meno sembrano giungere da qualche parte, come fossero state portate via e poi infine restituite. No, si trovano esattamente dove erano prima, dove sono sempre rimaste. È come se le avessi coperte e abbandonate in un angolo della mia mente per poi, d’un tratto, sollevare il velo riportandole alla luce e sco­prendole immutate. Finalmente trovo il coraggio di guardarla. È bella come lo sono le cose semplici e necessarie, come l’acqua della quale non possiamo fare a meno eppure che di rado ci soffermiamo a gustare appieno. Come il sole dei cui raggi ci deliziamo ma la cui presenza diamo spesso per sconta­ta, salvo poi sentirne la mancanza durante l’inverno.


Ciao, carissima Giulia! Benvenuta nel mio salotto virtuale :)
Ciao a te e grazie per l’invito. È un piacere essere qui.

Come diceva Pirandello, ogni singola persona indossa delle maschere, imposte dalla società e dalla propria famiglia. Quali maschere indossa nella vita di tutti i giorni Giulia Anna Gallo? 
Non mi piace fingere, perciò alle maschere vere e proprie preferisco l’omissione (anche se la differenza tra le due cose in realtà è molto sottile). Diciamo che nella vita di tutti i giorni mostro una versione “sbiadita” di me stessa. Se il contesto o la situazione lo impongono, trattengo i lati di me che risulterebbero poco adeguati. Così finisco per apparire molto tranquilla, mentre basta conoscermi un po’ meglio per sapere che ho sempre un’opinione su tutto e quando si tratta di fare o discutere di quello che mi appassiona mi trasformo in un vulcano attivo.

Com'è nata l'idea di questa novella?
È difficile rispondere senza fare giganteschi spoiler, perché l’idea iniziale (nonché il fulcro della vicenda) l’ho sviluppata soltanto nel quinto capitolo della storia. Mi limito quindi a dire che a stimolarmi sono state le domande di alcuni lettori de L’Ombra della Cometa. Infatti, anche se la trama di Misteriosi Lasciti e Oscuri Doni sembra avere poco a che fare con il primo romanzo della saga, chi sarà incuriosito abbastanza o avrà sufficiente pazienza da proseguire la lettura scoprirà il legame tra i due libri ;)

Già nella tappa sul blog Peccati di Penna abbiamo potuto conoscere un po’ i personaggi, ma sulla loro nascita che ci puoi dire? Ti sei basata su persone che conosci?
Quando si scrive si inventa, ma al tempo stesso si inseriscono nei propri personaggi aspetti di se stessi e degli altri. Penso sia inevitabile e credo di farlo ogni volta, più o meno consapevolmente. In questo caso, per esempio, il protagonista è una sorta di incarnazione del mio lato più triste e pessimista (povero lui!) Una curiosità interessante è che in effetti ho anche citato qualcuno  proveniente dal mondo reale. In uno dei due brevi racconti bonus che correlano il volume, compare un cane di nome Zeus. Si tratta del quattrozampe di una cara amica, che purtroppo l’ha lasciata la scorsa primavera. Ho voluto ricordarlo così e scriverò ancora di lui, in futuro.

C'è qualche canzone che consigli da ascoltare durante la lettura? O sei una di quelle che preferisce l'assoluto silenzio?
Quando leggo, di norma preferisco il silenzio, però non mi è difficile associare della musica a questo libro. Consiglierei di lasciarsi cullare dalle note del violino di David Garrett, ascoltando prima “Dangerous” e poi la sua interpretazione della Sinfonia numero 5 di Beethoven. Altre due canzoni a parer mio molto adatte sono inoltre “The hunger in your haunt” e “Anachronism” di Crywolf, che sembrano scritte apposta per Tahar!

Quali saranno gli argomenti trattati in questa novella? Ci sarà sicuramente amore ma non come quello Arest conosciuto nel primo volume della serie.
Ci sarà un grande amore, ma si tratterà di un amore sofferto, maledetto e comunque più adulto e maturo rispetto a quello tra gli arest del primo volume della saga, visto che questa volta il protagonista ha qualche annetto di più. D’altro canto non sempre è necessario un segno del cielo che testimoni come un’unione sia predestinata per sapere con certezza di essere anime gemelle. Un tema ricorrente è poi quello dei legami familiari, mentre un elemento nuovo è costituito dalla lotta contro se stessi e il senso di impotenza che può paralizzare, perché i nemici più insidiosi talvolta si nascondono dentro di noi… oppure no?

Vorresti essere più strega o mutaforma? Nel secondo caso di quale animale?
Mi sento più affine al mondo delle streghe, in tutta sincerità, perché le ritengo creature più vicine al mio modo di essere e di pensare. Oltretutto non sarebbe male poter scagliare incantesimi a piacimento. Non sono abbastanza selvaggia e istintiva da identificarmi con i mutaforma, però se dovessi scegliere in quale animale trasformarmi sarei indecisa tra due opzioni: da un lato penso di avere uno spirito piuttosto felino (avete presente quei gatti che passano tutta la giornata a mangiare, dormire e farsi fare le coccole, salvo poi arruffare il pelo e graffiare gente a caso? Eccomi, sono io xD), dall’altro sarebbe un sogno poter volare e quindi sarei tentata di scegliere un rapace, magari notturno.

Ci puoi accennare qualcosa sulle tue prossime uscite riguardo a questa serie?
Al momento è ancora tutto da scrivere, però ho iniziato a buttare giù qualche plot. Il prossimo volume della serie riprenderà le vicende del branco Cometa e sarà incentrato su Gaia e il suo arest, però avrà diversi riferimenti a Misteriosi Lasciti e Oscuri Doni. Piccola rivelazione: in questa novella l’arest di Gaia viene citato (in maniera indiretta) circa un migliaio di volte, anche se è impossibile rendersene conto, per adesso. I più attenti uniranno i puntini dopo averlo finalmente conosciuto. Il secondo romanzo conterrà inoltre la scoperta dell’identità del misterioso antagonista dei fratelli Villa e sarà accompagnato da un racconto bonus nel quale farò una rivelazione sul futuro di Tahar e della sua signora. Seguirà un’altra novella d’intermezzo in cui torneranno tutti i personaggi di questa, mentre il romanzo conclusivo parlerà di Diego e della sua compagna.

Grazie mille di tutto, Giulia. E' stato un piacere sentirti e ti auguro sempre tanta fortuna per i tuoi scritti.
Grazie a te per avermi ospitata sul tuo blog! Mi ha fatto molto piacere.


GIVEAWAY

REGOLE PER PARTECIPARE:
OBBLIGATORIO:
Mettere la vostra email così che in caso di vincita verrete contattati;
Seguire e commentare – con frasi intelligenti e che abbiano senso – le tappe
FACOLTATIVO:
Seguire su Facebook e Twitter la Dunwich Edizioni
Condividere l'iniziativa nei vari social 

IL GIVEAWAY HA INIZIO IL 21 SETTEMBRE E SI CONCLUDERA' IL 27 SETTEMBRE. IL VINCITORE VERRA' ESTRATTO IL 28.



CALENDARIO




Nessun commento:

Posta un commento