domenica 17 luglio 2016

Recensione in anteprima: L'amore ti ha trovato di Simona Friio


Titolo: L’amore ti ha trovato
Autore: Simona Friio
ISBN: 978-88-9312-094-4
Uscita: 19 Luglio
Collana: Pink
Pagine: 124
Formato: epub, mobi, pdf
Prezzo: 3,49 €

Ester e Jonathan si incontrano una mattina per caso. Il colpo di fulmine, tra quel che resta dei cocci di un vaso Ming, è inevitabile. Dopo i primi imbarazzi e la convinzione di non essere fatti l'uno per l'altra, decidono di costruire una vita insieme. Ma a un anno dal matrimonio, le aspirazioni professionali di lei e i problemi familiari di lui iniziano a far vacillare il loro sogno d'amore. Tra loro sembra essere tutto finito, ma non hanno fatto i conti con il vero Amore...

GIUDIZIO PERSONALE:

Inizialmente l'avrei classificato come  un libro veloce da leggere, abbastanza leggero, peccato che mi sbagliassi , ciò che sembrava avere un'inizio lineare era in realtà corredato di curve dove la forza centrifuga faceva a gara con la forza di gravità.
Sicuramente il fine della storia, o quello che credo lo sia, è dimostrare cosa sia l'amore, come è facile incontrarlo e non accorgersene, far finta di non vederlo.
In questo libro, però, ci viene fatto presente anche come l'amore in realtà sia sempre con noi. Non viene a cercarci, non è ha bisogno e neppure ha bisogno di essere cercato.
L'amore, quando è vero e forte, riesce a superare ogni ostacolo, sa accettare i difetti, le imperfezioni, i torti subiti perché non si stanca mai di esistere.
Il pelo nell'uovo che posso mettere in evidenza, o meglio i peli, sono le scelte della protagonista insieme alle azioni che compie. Insomma, all'inizio la troviamo molto sicura di sé, pronta a giudicare gli altri mentre finisce per non rendersi conto di allontanarsi sempre di più dall'idea che si era fatta di se stessa, con i suoi modi di fare.
Per quanto riguarda Jonathan, il protagonista maschile, l'insicurezza alla fine non gli ha impedito di vivere. L'amore non ha smesso di spingerlo verso il suo polo opposto.
 A narrare la storia è proprio ciò che lega i protagonisti, quel sentimento di cui tutti parlano ma del quale pochi sanno davvero cosa sia.


Grazie mille alla Triskell per la copia omaggio :)


Nessun commento:

Posta un commento