martedì 28 giugno 2016

Recensione: Midnight Sun di Charlotte Raine



Titolo  Midnight Sun (Grant & Daniels Libro I)
Autore Charlotte Raine
Genere Thriller
Pagine 200
Prezzo 2,99 ebook (gratis per kindle unlimited) 
Data di uscita 28 giugno
Link di acquisto:https://goo.gl/zG6nL2
Link all’estratto su 20LINES:http://goo.gl/QnMm49


Wyatt, in Alaska, è una cittadina di rara bellezza, tranquilla… e teatro di inspiegabili tragedie.
Due anni dopo che Aaron Grant ha perso la sua famiglia in un incendio, Sarah, una delle migliori amiche della figlia, viene rapita. Ormai vittima dell’alcolismo, suo malgrado viene incaricato di investigare sul rapimento insieme all’ambiziosa agente dell’FBI Teresa Daniels. Il caso non sarà affatto semplice e l’intera Wyatt correrà il rischio di essere distrutta. In Alaska, il sole non tramonta mai d’estate, ma la luce crea le ombre… e tra le ombre qualunque cosa può strisciare e uccidere.


GIUDIZIO PERSONALE:

Libro interessante, la storia riesce  a mantenere un filo di curiosità su quelli che saranno i risvolti. Il finale, il capitolo conclusivo apre le porte alla suspense. I vari protagonisti, vedendo alternarsi vari POV, sono come in una fase di formazione. Ognuno di essi vive sulla propria pelle scelte ed eventi, non condizionati dalla propria volontà, subendo così un mutamento che porterà a dei cambiamenti quasi inaspettati sopratutto quando un agnello si rivela essere un lupo o cerca di frequentare le cattive compagnie per assimilarne i tratti. La love story che nasce è  ormai un vecchio clichè ma per il genere in cui il libro rientra va più che bene perché il centro della storia è altro.
I due "fratelli" della storia il carnefice (Mason) e la vittima (Sarah) ma soprattutto il primo, soffrono di disturbi a livello mentale nella seconda è quasi giustificabile ma nel primo no. Non si può essere tanto malvagi per delle assurdità, non si può negare l'evidenza e ne tanto meno addestrare altri ad essere peggiori, a mostrare il lato peggiore. Fin dall'inizio fa scoprire le proprie carte attraverso quelli che sono i suoi pensieri, non ha un lato umano, non è altro che l'involucro di un essere qualsiasi.
In questo libro il punto focale non sta nello svelare chi sia il colpevole in quanto si sa già, il mistero da svelare non è molto presente ma come dicevo c'è altro. Una persona creduta debole, che si trova ad affrontare delle difficoltà quando riemerge, quando trova il modo di galleggiare sa che restare semplicemente in superficie non basta più ed è questo ciò attorno al quale tutto ruota.


Grazie mille alla Dunwich per la copia omaggio!


Nessun commento:

Posta un commento