venerdì 25 marzo 2016

SPECIALE Il Circo dell'Invisibile - Recensione e intervista all'autrice

Vi erano mancati i miei speciali, vero? vero??? *silenzio assoluto* Io ne ho provato nostalgia e non potevo non farlo su questa mia nuova fissazione :3 Insieme alla mia recensione (scritta in netto ritardo e per questo chiedo infinitamente scusa) conoscerete l'autrice del Circo dell'Invisibile, Camilla Morgan Davis.


Titolo  Il Circo dell’Invisibile
Autore Camilla Morgan Davis
Genere Young Adult
Pagine 230
Prezzo 2,99 ebook (gratis per kindle unlimited)
Data di uscita 23 febbraio
Link di acquisto: http://goo.gl/vYJrYT

SINOSSI

Clio è una ragazza di quindici anni, da un anno è scappata dalla sua famiglia e vive a Edimburgo in un vecchio spaccio del pesce, ormai abbandonato. Trova nel misterioso Circo dell’Invisibile la possibilità per cambiare nuovamente la sua vita, trasformandosi nella Ballerina Sirena.
Clio crede di vivere in un sogno che oscilla fra duri allenamenti, emozionanti spettacoli, strane amicizie e un dolce amore, ma il sogno nasconde una faccia oscura.
Quali misteri si celano sotto i tendoni dorati e turchesi che ha imparato a considerare la sua casa?
Clio proverà a scoprirlo sfidando la meraviglia con l’inganno dei suoi stessi desideri.


OPINIONE PERSONALE:

Se viveste un'esistenza miserabile e vi venisse offerta la possibilità di cambiare in meglio il proprio Destino, accettereste? La protagonista della storia lo ha fatto ma ciò che sembrava un mondo fatto di colori e pace è solo un'illusione. Una parvenza della tanto agognata felicità. 
Come viene citato nel libro, il Circo dell'Invisibile è come il Paese dei Balocchi nel tanto conosciuto classico Pinocchio. Un luogo che contiene due rovesci della medaglia: luce e oscurità. 

«Il circo possiede solo pensieri felici. Tu basterai a te stessa. Non avrai bisogno di amici, neppure di amore, ancora meno di una famiglia, ma se quella famiglia la vorrai, vorrà dire che il Circo dell’Invisibile diventerà la tua famiglia, il tuo migliore amico, il tuo primo amore. Sarai la ra­gazza sirena del Circo dell’Invisibile.» 

Clio è una quindicenne senzatetto che vaga per le strade di Edimburgo dopo la morte di sua nonna. Vive in una catapecchia dal nome di "Casa dei Pescatori" insieme alla sua amica Lilli e ad altri sventurati giovani mantenendosi rubando ed elemosinando. E' una vita orrenda e sporca ma lei piuttosto che tornare dai suoi genitori che non la amano preferisce questo ed altro. L'altro si presenterà sotto forma di invito a far parte di uno dei circhi più famosi e acclamati d'Europa, il Circo dell'Invisibile, gestito dalla regina delle illusioni Sanako Marlen. La ragazza verrà messa alla prova e grazie alla sua bravura nel nuoto sincronizzato diventerà la Ragazza Sirena del Circo. L'agiatezza e il tepore del buon cibo, dell'alloggio comodo e degli applausi del pubblico riempiranno le sue giornate tuttavia scoprirà ben presto che dietro a ciò si trovano ombre e segreti inquietanti.   
La bellezza del Circo è solo una maschera e più Clio ne gratterà la superficie splendente e più scoprirà delle crepe, cose terribili che minacciano i ragazzi del Circo. Ciò che la devasterà sarà il prendere una scelta che decreterà la morte di uno degli artisti o dell'intero gruppo. Lei solo sarà la salvezza o la distruzione del Circo dell'Invisibile e la chiave sarà nell'immaginazione. 

«Sai cosa ha detto un mio caro amico sul Circo dell’invisibi­le? Che è un mondo che è al di là del bene e della morale. In esso il bene e il male sono simili e sono in egual misura neces­sari, così come nella vita. Non avrebbe senso giudicare i sogni con il metro del valore morale. Il Circo dell’Invisibile esiste per dare la possibilità di vivere anche i più terribili dei sogni. Non giudicarlo con logica o moralità. Belle parole, non trovi? Non a caso era uno scrittore.»

Ogni personaggio è speciale a modo suo e contiene della magia in grado di risucchiarti in un vortice di emozioni. Dalla gioia al dolore, dall'amore all'odio. I componenti del Circo hanno tutti un passato oscuro ed entrando nel Circo pensavano di lasciarsi dietro i loro demoni ma si sbagliavano. Dal momento che hanno firmato per diventare famosi artisti, si sono legati inconsapevolmente alle loro parti più nere. Nel cercare la felicità sono entrati in un incubo. Clio è una ragazza fantastica e ho adorato leggere di ogni suo tormento e delle sue vittorie. Lei e il ragazzo che ama, Maicol, hanno un'intesa invidiabile nato dal nulla. Lui ha cercato di allontanarsi da ogni sguardo, da ogni sentimento, ma non ha potuto fare niente contro l'affetto sempre più crescente per la Ragazza Sirena. Due anime affini che vogliono trovare il loro posto nel mondo e non soffrire più.

«Nessuno di noi si può permettere di avvicinarsi troppo a qualcuno. Ricordati queste parole. Noi siamo come zoppi, sia­mo nati difettosi. Ci manca qualcosa e quel qualcosa non lo tro­veremo in nessuna persona. È inutile cercarlo in un amico, un ragazzo o una ragazza che ci illudiamo di chiamare amore. Non lo si trova neppure in una madre o in un padre. Il circo non è quello che sembra e da un momento all’altro tutto po­trebbe finire. Noi non abbiamo un posto fisso, un posto da chiamare veramente casa, come possiamo permetterci di voler bene a qualcun altro, obbligare qualcuno a seguirci?»
   Nei suoi occhi riconosco lo stesso sentimento di mancanza e smarrimento che appartiene anche a me, tranne quando mi tra­sformo nella Ragazza Sirena del Circo dell’Invisibile. Allora sì che mi sento l’imperatrice di una favola, la mia: bella come una sirena vera che nuota nell’oceano, una sirena forte che governa le onde incalzanti che potrebbero risucchiare il mondo intero, non solo i fondali. Sono stanca. Stanca di perdere. Stanca di non riuscire a conquistare nulla. Stanca di non essere abbastan­za coraggiosa, bella e fortunata. Stanca di rischiare costante­mente la vita e di ritrovarmi sola, sporca e affamata.

Un libro dall'atmosfera incantata che tiene incollato il lettore fino alla fine e sappiate che anche allora si terrà stretto un pezzetto del vostro cuore. Lo stile della Davis è ricercato, ricco di bellissime descrizioni e di personaggi caratterizzati alla perfezione. Non sono mai stata amante dei circhi e non sono mai andata a vedere un loro spettacolo nella realtà ma questo creato dalla Davis è stato assolutamente magnifico. Un Circo da non perdere d'occhio e da amare in ogni sua forma. 
«Il cuore di un circo non risiede nel nome che porta e neppu­re nei suoi tendoni. Tutto questo non risorgerà mai più uguale, ma il nostro cuore è vivo, la nostra magia è intatta»



Grazie mille alla Dunwich per la copia omaggio <3


Ed ora passiamo a conoscere l'autrice :)


INTERVISTA

Benvenuta nel mio floreale spazietto virtuale, Camilla! E' un vero piacere averti qui.
Il piacere è tutto mio. Grazie di avermi ospitata.

Iniziamo con la classica domanda: chi è Camilla Morgan Davis?
Una ragazza di 32 anni, da poco diventata mamma, che ama il mondo delle storie in tutte le sue forme: leggerle, scriverle, raccontarle. Una ragazza che crede nel potere della parola scritta.

Come ti è venuta in mente l'idea del circo? Da dove nasce ogni singolo componente?
Nascono da alcune immagini che mi hanno affascinato. È stato come se avessero voce. Mi sono limitata a lasciarle parlare subendo il loro incantesimo.

A quale sei più affezionata? Immagino che essendo l'autrice sei legata a tutti i tuoi personaggi ma qual è quello che vorresti incontrare di più nella realtà?
Vorrei incontrare Clio. Molto di me, del mio passato, vive in lei. Ci sono sogni, speranze, il desiderio di essere speciale. Il fascino verso il mistero e la capacità di far scivolare brillantini sul nero più cupo.

Ho apprezzato tanto che hai citato un po’ anche la fiaba di Pinocchio, è una delle tue preferite?
No, non è fra le mie preferite, ma calzava perfettamente all'idea che volevo raccontare. Rendere il circo come un moderno paese dei balocchi. Raccontare le conseguenze che spesso lo splendore apparente può scatenare.

Chi pensi sia adatto a interpretare il ruolo di Clio e Maicol in un ipotetico film?
Che bella domanda. Mi vengono in mente due protagonisti della mia serie preferita: American Horror Story. Evan Peters e Taissa Farmiga.

Hai una playlist o qualche canzone che potrebbe renderci migliore la lettura in determinate scene?
Questo libro l'ho scritto nel più completo silenzio, tranne per le scene in cui raccontavo gli spettacoli.
Consiglierei Lady Gaga con Judas, Jefferson Airplane con Today, Lana Del Rey con Freak, David Bowie con Life on Mars, Maria Callas che intona la Cenerentola di Rossini.

Sarà che ho amato il tuo libro e il finale mi è sembrato un po’ ambiguo, ma posso sperare in un sequel? 
Al momento Il circo dell'invisibile è un romanzo autoconclusivo. Poi chissà...

Hai già in cantiere altri romanzi? Magari da far pubblicare ancora alla Dunwich?
Solo tante idee. Anzi, tantissime.

Grazie di cuore per aver soddisfatto la mia curiosità e quella dei tuoi lettori. Al tuo prossimo capolavoro!
Grazie a te. Un abbraccio.


2 commenti:

  1. Ciao! Ero curiosa di sapere qualcosa in più di questo romanzo che mi ispira molto e mi ha fatto piacere leggere le tue parole. Una recensione molto bella e positiva :3
    Carinissima anche l'intervista: mi ha messo ancora più curiosità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Amaranth! <3 Spero che lo leggerai presto.

      Elimina