domenica 7 febbraio 2016

Recensione - Rosa Meccanica di Giulia Anna Gallo



Titolo: Rosa Meccanica (Once Upon a Steam – Episodio III)
Autore Giulia Anna Gallo
Genere Steampunk/Fantasy
Pagine 90
Prezzo 0,99 ebook (gratis per kindle unlimited)
Data di uscita 19 gennaio
Link di acquisto: http://goo.gl/slm9Cc

Presentazione del progetto

Steamwood non è un regno da favola. È immerso nel vapore e le sue esalazioni nascondono le stelle, lasciando intravedere nel cielo soltanto una cupa vastità illuminata da due lune gemelle. In un’ambientazione a tratti vittoriana e a tratti steampunk, si muovono i protagonisti delle novelle della serie, incontrandosi – e scontrandosi – sullo sfondo di un universo in bilico tra l’incanto e una minacciosa profezia circa l’arrivo della Stagione dell’Insomnia. Il Narratante, una figura misteriosa senza volto né voce, farà da collante alle varie storie, manifestandosi in modi sorprendenti. Ogni racconto è la rivisitazione di una fiaba classica, ben conosciuta dai lettori, ma che si rivelerà ai loro occhi con nuove sfumature.

SINOSSI

In una terra da favola in cui Bene e Male paiono poli opposti privi di sfumature intermedie, Bestia è sempre stato etichettato al primo sguardo come Cattivo, in parte per via delle sue origini e in parte per via dell’aspetto rozzo e minaccioso. Nessuno considera l’ipotesi che possa decidere di assecondare il suo lato umano e non c’è modo che la brava gente di Steamwood lo tratti come qualcosa di diverso da un mostro. L’unica capace di vedere oltre le apparenze e giudicarlo in base alle sue azioni sembra essere la giovane Bella, la prima fanciulla ad avvicinarglisi senza riserve e a fargli accelerare i battiti del cuore.
Peccato che per redimersi agli occhi del mondo non abbia altra scelta se non tradirla.


GIUDIZIO PERSONALE:

Chi può dire cosa sia buono o cattivo? Il fatto che una persona abbia un aspetto mostruoso o quello di un angelo non significa niente. La bellezza esteriore non va sempre di pari passo con quella interiore. E quale fiaba ha spiegato questo concetto meglio di qualunque altra se non la Bella e la Bestia?

Bella è una fanciulla innocente e ignara della cattiveria all'infuori del suo castello. Perciò quando un gruppo di uomini valorosi le chiedono aiuto, la ragazza non esita a darglielo. Peccato che sia tutto un inganno poiché quelli che sembrano guerrieri venuti per aiutare una principessa sotto incantesimo, in realtà sono giunti a Steamwood per uccidere il drago che dimora nel castello di Bella. Cosa peggiore, tra gli uomini ad averla ingannata c'è colui che le ha rubato il cuore per poi ridurlo in mille pezzi: il mezzo gigante Bestia. Quest'ultimo non riusce a credere che a una ragazza bella e gentile possa piacere uno come lui e dopo il tradimento, preso dal rimorso ma anche dalla speranza, cercherà di guadagnarsi di nuovo l'affetto di lei. A questo punto direte voi, c'è la Bella e c'è la Bestia come nella storia originale ma non tutto è come sembra e ci sarà un colpo di scena. Un bel rovescio di medaglia.

Come era stato detto nei ringraziamenti di Rosie nella precedente novella, farà una breve comparsa Rose, la "bella addormentata" di Steamwood, che troverà la soluzione per salvare il suo amato e raggiungere il suo "vissero felici e contenti" grazie a Bella.

Ancora una volta l'autrice non mi ha deluso. La Gallo ha ricostruito la fiaba senza intaccare la sua morale: non lasciarsi ingannare dalle apparenze. Anzi, l'ha rafforzata mettendoci di fronte a un gioco di verità e bugia, di buono e cattivo. Una novella che parla anche di fiducia e inizio. Ammetto di essermi aspettata qualcosa di più ma tutto sommato è stato meglio così.
La Dunwich sta diventando sempre più una delle mie case editrici preferite ma spero in futuro che diano notizie in anteprima sulle uscite così da preparare meglio il lettore e aumentare l'aspettativa. Il preorder sopratutto trovo che sia una buona cosa.

e mezzo

Grazie mille alla Dunwich per la copia omaggio! <3


Nessun commento:

Posta un commento