martedì 5 gennaio 2016

Recensione in anteprima - Amori d'Irlanda di Eva Palumbo



Titolo: Amori d’Irlanda
Autore: Eva Palumbo
ISBN: 978-88-9312-013-5
Uscita: 8 Gennaio 2016
Genere: M/F
Collana: Pink
Pagine: 73
Formato: epub, mobi, pdf
Prezzo: 2,99

Viola e Laura, amiche fin dall’infanzia, volano in Irlanda per trascorrere le vacanze di Natale. Qui incontrano Guido, il distaccato collega di Viola, e suo fratello Lorenzo. Viola scoprirà che Guido è soltanto un uomo ferito dal suo passato, deciso a non fidarsi più di nessuno. Ma la magia del Natale irlandese è destinata a far sciogliere il suo cuore di ghiaccio.
Anche Laura e Lorenzo rimarranno vittime della magia della terra di smeraldo ma, come tutte le magie, forse anche la loro è destinata a terminare.
Riuscirà un matrimonio a riaccendere la passione?


GIUDIZIO PERSONALE:

Stavolta sono riuscita a scrivere la recensione a poche ore dalla fine della lettura, quanto sono brava XD Quasi non mi sembra vero. Almeno stavolta non rischio di dimenticarmi le varie cose che ho da dire in proposito. Questa novella mi ha fatto venir voglia di ritornare in Irlanda. Ci sono stata un anno fa per un mese e mezzo e mi sono trovata benissimo. Ho giurato che se ci ritornerò sarà per rimanerci più tempo ma sopratutto per restare durante le festività. Ho potuto vedere l'atmosfera natalizia irlandese attraverso gli occhi di Viola Liberti, la protagonista della prima parte del libro, ed è stato veramente come se fossi lì, circondata da persone molto simpatiche e festaiole e da canti meravigliosi.

Viola e Laura sono due amiche che si conoscono da una vita e grazie all'ottimismo e alla determinazione della prima, riescono ad accaparrarsi una vacanza low cost in Irlanda durante il periodo natalizio. E' il sogno di Viola poter festeggiare nell'isola di smeraldo i suoi trent'anni e li compirà proprio il giorno di Natale. Tutto sembra procedere bene finché la festeggiata non si ritrova in un pub di Killarney il suo collega di lavoro, Guido Senese. Chi l'avrebbe detto che il suo freddo e distaccato collega fosse in realtà una persona allegra e per giunta metà irlandese da parte di madre. Per pura coincidenza, si ritroveranno la stessa sera nello stesso pub e sarà l'inizio di due amori, tra loro due e quello tra Laura e il fratello di Guido, Lorenzo. A quest'ultimi sarà dedicata la seconda parte e avranno il loro spazio. 
Guido in realtà non era sempre stato un uomo di ghiaccio ma lo era diventato dopo un'amara delusione sentimentale (quella maledetta zoc****) che gli ha fatto perdere fiducia negli altri e vedere il mondo in bianco e nero. Viola riuscirà con il suo carattere solare e spensierato a farlo rivivere e quella stessa notte di festa sarà il preludio del loro amore. Il momento in cui si chiariranno e potranno dare inizio a una relazione fantastica. 
Come ho detto, in quella serata magica scoccherà anche la scintilla tra Laura e Lorenzo ma si vedrà nella seconda parte a loro dedicata che le cose non sono andate per niente bene. C'è uno sbalzo temporale di qualche mese tra la fine della prima storia e la seconda. Lorenzo, terrorizzato dai sentimenti che prova per Laura e non sentendosi pronto ad andare oltre, lascia la ragazza per trasferirsi per lavoro in Africa. I due si rivedranno per la vigilia delle nozze di Guido e Viola e il dolore della separazione tornerà a bruciare più che mai. Lui si pentirà di ciò che ha fatto e aprirà il suo cuore alla donna che ama confessandole le sue paure e chiedendole perdono. Lei sprecherà questa possibilità di tornare con il suo più grande amore per orgoglio o ripicca? Ovviamente no.

I personaggi sono molto simpatici e ho amato sopratutto la solarità di Viola e il suo modo di vedere il bello in tutto. Guido è stato un personaggio piuttosto duro e ammetto che all'inizio avevo avuto la tentazione di prenderlo a schiaffi non capendo il motivo della sua freddezza ma poi tutto si è chiarito anche se mi è sembrato spiegato in maniera piuttosto leggera, quasi superficiale e sbrigativo. Lorenzo ha un carattere gioviale simile a quello di Viola ed è pieno di vita ma ha il brutto difetto di essere un codardo e uno sciocco quando si tratta di amore. Infine, Laura, è una donna che sa amare profondamente una persona, a cui darebbe il mondo se glielo chiedesse. Lei e Viola sono una coppia esplosiva e ben assortita, delle amiche meravigliose. E' stato molto piacevole leggere di questi quattro protagonisti nelle loro brevissime avventure e disavventure con lo sfondo della vivace e verdeggiante Irlanda.

Ho da poco scoperto la Palumbo, grazie sempre alla Triskell, e mi sono affezionata al suo stile. Insomma, mi son trovata davanti la possibilità di leggere una sua storia per giunta ambientata in un posto che ho amato e non ho saputo proprio resistere. Due amori appena sbocciati raccontati con poche pagine che vi scalderanno il cuore in queste gelide giornate. Provare per credere.


Grazie mille alla Triskell per la copia omaggio! :3




Nessun commento:

Posta un commento