venerdì 22 gennaio 2016

Book Blitz - The Stone Legacy Series di Theresa DaLayne


Ecco che vi presento la mia nuova fissazione XD Ho sempre pensato ai Maya come una tribù sanguinaria e non mi sono mai soffermata a leggere qualcosa in proposito, figuriamoci sulla loro mitologia. Tuttavia grazie alla Dalayne sto cominciando ad apprezzarli :P Perché? Lo scoprirete nell'intervista personaggio *sogghigna* Prima però, vi lascio al giveaway, alle trame e tanti altri contenuti extra che vi aiuteranno a conoscere questa serie favolosa.

separator
GIVEAWAY!
separator

I loro imperi sono crollati, ma la loro mitologia continua a vivere…
Zanya Coreandero è una diciassettenne orfana con una sola amica e nessuna speranza di una vita normale. Affetta da ansietà e incubi notturni, nessuno crede che i suoi tagli e lividi siano causati da un'entità diabolica, e neanche da un brutale caso di autolesionismo. Con un istituto isolato come unica casa che abbia mai conosciuto -dove la colazione è una manciata di farmaci, le sessioni di psichiatria sono obbligatorie, e ogni sua mossa è controllata- il suo unico sollievo è la sua compagna di stanza dai capelli rossi di nome Tara, che è più simile a una sorellina che a una migliore amica. Il libero arbitrio è forte, ma il destino lo è di più... Quando Zanya viene rapita, incontra un gruppo di dotati discendenti Maya, ciascuno con una capacità unica. Passata da una naufraga senza nome alla sola speranza del genere umano, Zanya è costretta a prendere un'ardua decisione: legarsi con una pietra incantata e salvare l'umanità dalle crescenti forze degli Inferi, o guardare senza poter fare nulla mentre la Terra cade vittima di una nota divinità oscura dei suoi sogni. Questa volta, sta giocando sul serio. Un malvagio segreto si cela dietro ad un bel viso... Quando Arwan, un manipolatore del tempo dagli occhi scuri, dimostra interesse nella missione di Zanya, non è chiaro se la sua intenzione è quella di aiutare, o se è in un'incosciente missione per vendicarsi. Diffidente dall'innamorarsi di un altro ragazzo con grandi segreti e un passato corrotto, Zanya lotta per mantenere le distanze. Se solo il suo cuore le desse una scelta. 


separator
Interlude-Draft-2-2
Tara potrebbe aver passato anni in manicomio, ma questo non la rende pazza - solo coraggiosa.
Sbarcata a Mosca con un gruppo di discendenti Maya incantati, la diciassettenne Tara è costretta ad aspettare in panchina mentre la sua migliore amica - la Guardiana della Pietra - combatte per reclamare l'anima di un amico intrappolato negli Inferi. Fa schifo essere normale, quando tutti gli altri sono sovrumani... Una ragazza mortale con un passato corrotto, Tara è stata lasciata ad affrontare un senso opprimente di inadeguatezza. Il suo ragazzo, Peter, è un guaritore. La sua migliore amica è la Guardiana, e tutti gli altri sono un concentrato di forza impressionante. Nel frattempo, cerca di lasciarsi alle spalle la sua infanzia di abusi, e  mentre Peter la prende ogni volta che cade, diventa chiaro che merita di più. Quando hanno aperto il vaso di Pandora, l'Inferno si è riversato fuori... Quando si è presentata un'occasione per aiutare nella missione del gruppo, Tara è desiderosa di dimostrare il proprio valore, anche se questo significa scoprire ricordi sepolti ed essere tenuti prigionieri dagli inferi in generale. Ora ossessionata dai flashback delle torture, Tara vaga dalla sicurezza delle braccia di Peter in una città di depravazione e corruzione. E in mezzo a tutto questo male è un giovane uomo con un suo ordine del giorno, che la conduce lungo una strada che potrebbe dimostrare che è un'eroina, o trascinarla in un mondo che ha sempre temuto. Lui vuole vendetta, le vuole la redenzione. E in una cerchia sotterranea di ragazze scomparse e sacrifici di sangue, solo l'impavido può sopravvivere...




separator
LIGHTS-OF-AURORA-(BOOK-3)-Draft-1-2
Dopo aver vissuto tutta la sua vita in un orfanotrofio, Zanya teme di star veramente perdendo la testa.
In seguito alla scoperta delle sue antiche discendenze Maya, la diciottenne Zanya Coreandero si ritrova ad affrontare un'ardua resposabilità. Lei deve proteggere la reliquia di pietra mente Sarian, il generale degli inferi, la spinge incessantemente sull'orlo della follia. Con l'avvicinarsi di un'antica cerimonia di legame, Zanya fatica a controllare le sue abilità - e i suoi desideri... Come l'avvicinarsi del solstizio d'inverno, che porta un assalto furioso di effetti collaterali imprevisti. Mentre Zanya lotta per prendere il controllo suoi propri poteri sovralimentati, deve anche affrontare lo schiacciante sospetto che il suo ragazzo, Arwan, sta nascondendo un segreto così buio da distruggere entrambi. E con i suoi poteri finalmente radicati, la lotta per ristabilire il loro rapporto prende vita propria. Proprio quando pensava che la vita non potesse diventare più complicata.. Con l'arrivo a sorpresa di un ospite, i più profondi timori di Zanya su Awan vengono confermati. E quando le divinità del mondo di mezzo intercedono, il gruppo dei talentuosi discendenti Maya si confrontano con le difficoltà che non hanno previsto - incluso un nemico più mortale di quanto abbiano mai visto. Non c'è peggior furia di una donna tradita. E quando quella donna non ha anima e un gusto per la vendetta, essi avranno bisogno dei poteri di ogni antenato sopravvissuto per rimanere in vita.



(Traduzione trama del primo volume fatta da me mentre quella del secondo e terzo è opera di Morgana di Over the hills and far away)

separator
L'INTERA SERIE DI CINQUE LIBRI SARA'
COMPLETA PER APRILE 2016!
separator
GUARDA IL BOOK TEASER QUI
separator
A PROPOSITO DELL'AUTRICE
bf710b_76eae32b40de481306aaee45b0d5f841.jpg_srz_554_724_75_22_0.50_1.20_0.00_jpg_srz
Un'appassionata di lunga data di cose che si perdono nella notte, Theresa ha iniziato la sua carriera di scrittrice come stagista giornalista - probabilmente il campo di scrittura meno creativo là fuori. Dopo il suo primo semestre in un giornale locale, smise di farsi coinvolgere da comunicati stampa e articoli d'approfondimento sul mondo capriccioso della finzione.
  
Da allora, Theresa si è sposata, ha avuto tre figli fantastici, si è trasferita nell'Ohio centrale, ed è stata più volte ed è stata più volte presa dal senso di colpa nell'aver adottato uno zoo di animali che sono, ora, membri della sua famiglia. Ma non fatevi ingannare dal suo aspetto addomesticato. Il suo amore più grande è viaggiare. Avendo viaggiato in più di una dozzina di paesi—per non parlare di un soggiorno di sette anni a Kodiak, Alaska— non si è ancora sistemata. Ovunque la vita la porti, Theresa continuerà a tessere racconti d'avventura e amore con la speranza che le sue storie porteranno gioia e ispirazione ai suoi lettori.
NEWSLETTER * GOODREADS * MAIL

(Bio tradotta da Morgana di Over the hills and far away)

Ed ora l'intervista a Theresa


Did you always wanted to be a writer? If not what did you want to be?
No, not even close. In fact, in grade school I was a terrible reader and had very bad grades. I had to go through additional tutoring in order to read simple stories and struggled for years with literacy. Only when I was in high school did I fall in love with writing. It started in journalism and branched out from there.
When did you first consider yourself a “writer”?
When I read an article—can’t remember which one—that said, “If you love to write, you’re a writer. You have something important to say. Something others want to hear. Don’t ever forget that.” I had to believe that or I wouldn’t have made it through some of the struggles I faced as a self-taught writer. And you know what they say: If you think you can, or you think you can’t, you’re right.

How long did it take to get your first book published?
I wrote my first book in 2011 and it was published in 2012. It was a very accomplished moment because I’m a self-taught author with no professional training, and I was still very new to the literary industry.
Do you do another job except for writing and can you tell us more about it?
Yes. In addition to writing, I also manage an online Amazon store, and I also write the official book blurbs for Limitless Publishing. It’s a fun mix and I love it.
What is the name of your latest book, and if you had to summarize it in less than 20 words what would you say?
My most recently published book is Mayan Blood, book 1 of The Stone Legacy series. Twenty words? That’s tough. How about…Disturbed teen discovers Mayan bloodlines and faces the grueling decision of embracing her destiny or running for her life.
Who is your publisher? Or do you self-publish?
I have two fantastic publishers. Bloomsbury Spark who published my new adult contemporary romance, THE EDGE OF YOU.
Limitless Publishing has both of my series—The Stone Legacy series and a new young adult inspirational series, The Five Pillar series.
How long does it usually take you to write a book, from the original idea to finishing writing it?
I’d say about nine months. That is from an idea to a clean draft. But that’s just me. Everyone is different. It also depends on my kids’ schedule and how much extra time I have.
What can we expect from you in the future? ie More books of the same genre? Books of a different genre?
I have a ton of releases coming up, which is SO exciting!
  • Book 1, Mayan Blood releases 12/29
  • Book 2, Interlude, releases 1/12
  • Book 3, Lights of Aurora, releases 1/26
  • Book 4, Anarchy, releases 2/23
  • Book 5, Birthright, releases 5/19
Also, in February, I have another release of a young adult inspirational under my pen name, Theresa Mae—If All Else Fails. There will be two more books to follow.
What genre would you place your books into?
Mature young adult paranormal romance.
What made you decide to write that genre of book?
I fell in love with that genre from being an avid reader. I love diverse books and interesting, unique characters. I couldn’t imagine having started in any other genre, and I don’t see myself branching outside of the young adult or new adult genre any time soon.
How long have you been writing, and who or what inspired you to write?
I started writing in 2011, after reading a chain of heartthrob young adult books that left me feeling hollow when they were over. I started to write in journalism back in high school, but after I realized how much I hated being confined I branched out into fiction writing.
Do you have a certain routine you have for writing? You listen to music, sit in a certain chair?
To write I generally go upstairs after my kids are in bed and write while I’m tucked in. I like to turn on the lamp mounted to my wall, which gives a soft glow to my bedroom, and sometimes turn on the noisemaker beside my bed that mimics a thunderstorm. Other times I’ll turn on a show I’ve seen a thousand times just to have the background noise with no temptation to actually watch the show.
Do you read all the reviews of your book/books?
Yes. Some authors don’t think it’s important, and some even say they would never read their reviews with a ten-foot poll. It’s all an individual preference, but I like to hear what my readers have to say. I take their feedback under consideration and look into ways I can improve my writing.
Do you choose a title first, or write the book then choose the title?
I generally write the book first and then give it a title. I feel like you can’t really title a book until you know what it’s about. But again, that’s just me. Every author is different. Some authors I know actually start with a title and then write the book.
How do you come up with characters names and place names in your books?
I try to pick unique names that are diverse and fun. Ethnic characters are especially fun to name. Just for fun, here are some name samples from The Stone Legacy series:
  • Marzena—seemingly young dreamwalker
  • Zanya—heroine of The Stone Legacy Series and destined Stone Guardian.
  • Arwan—hero, timebender, and something else entirely.
  • Grima—Viking and petrifier (not introduced until Lights of Aurora)
Fun, huh? :)
Do you decide on character traits (shy, quiet, tomboy girl) before writing the whole book or as you go along?
Usually I have a good idea with my main characters, but my secondary characters always take my by surprise.
Are there any hidden messages or morals contained in your books? (Morals as in like Aesops Fables type of "The moral of this story is..")
I think the overall moral of the series is to believe in yourself, be a loyal friend, understand that everyone has different needs, wants, and desires, and not to be afraid to follow your heart. Every book does highlight its own moral or theme.
Which format of book do you prefer, eBook, hardback, or paperback?
I always love a paperback over e-book. Kindles run out of batteries. Paperbacks don’t. :)
Do you think books transfer to movies well? Which is you favorite/worst book to movie transfer?
Oh gosh. It’s the million-dollar question, isn’t it? Book or movie. Movie or book?
The answer: Book. Always book.
Worst movie ever made based off a book? The Mortal Instruments movie. I saw it with my mom and was cursing under my breath when we left. So mad.
Your favorite food is?
Chocolate cake and coffee.
Your favorite singer/group is?
I love The Ataris and Taylor Swift.
Your favorite color is?

Blue. Blue. It’s the color of the ocean—I know not technically, for all you science buffs out there, but still—and it’s a lot of color with variations for my wardrobe. ;) 

Traduzione fatta da me, AngelTany. Scusate gli errori.

Hai sempre voluto essere una scrittrice? Se la risposta è no, cosa volevi essere?
No, neanche lontanamente. In realtà, alle elementari, ero una terribile lettrice e avevo voti davvero pessimi. Dovetti frequentare fino alla fine ripetizioni extra per leggere storie semplici e sforzarmi per anni con la letteratura. Solo quando ero al liceo mi innamorai della scrittura. E' iniziato dal giornalismo per poi ampliarsi da lì.
Quando ti sei considerata per la prima volta una “scrittrice”?
Quando ho letto un articolo —non riesco a ricordare quale—che diceva, “Se ami scrivere, sei uno scrittore. Hai qualcosa di importante da dire. Qualcosa che altri vogliono sentire. Non dimenticarlo mai.” Dovevo credere a ciò oppure non ce l'avrei fatta ad affrontare le difficoltà che ho avuto come scrittrice autodidatta. E sai come si dice: Se pensi di farcela o di non farcela, hai comunque ragione.

Quanto tempo ci hai messo per pubblicare il tuo primo libro?
Ho scritto il mio primo libro nel 2011 ed è stato pubblicato nel 2012. Ho saputo cogliere l'attimo poiché sono un autrice autodidatta senza alcuna formazione professionale, ed ero ancora estranea all'industria letteraria.
Fai un altro lavoro eccetto la scrittura? puoi dirci di più in proposito?
Sì. Oltre che la scrittura, gestisco anche un negozio online Amazon, e scrivo anche le ufficiali fascette pubblicitarie per la Limitless Publishing. E' un mix divertente e che adoro.
Qual'è il nome del tuo ultimo libro, e se dovessi riassumerlo in meno di 20 parole che diresti?
Il libro che ho di più recente pubblicato è Mayan Blood, il primo volume della serie The Stone Legacy. Venti parole? E' dura. Vediamo…Un'adolescente con disturbi scopre ascendenze Maya e dovrà prendere l'estenuante decisione tra l'accettare il suo destino o continuare con la sua vita. (Sono venti in inglese :P)
Chi è il tuo editore? O ti auto pubblichi?
Ho due fantastici editori. Il Bloomsbury Spark che ha pubblicato il mio new adult contemporaneo romance, THE EDGE OF YOU.
Il Limitless Publishing ha entrambi le mie serie —The Stone Legacy e una nuova stimolante serie young adult, The Five Pillar.
Quanto tempo di metti di solito per scrivere un libro, dall'idea originale alla fine della scrittura?
Direi circa nove mesi. E' quanto mi ci vuole da un idea a un quadro chiaro della storia. Ma questa sono solo io. Tutti siamo diversi. Dipende anche dagli orari dei miei bambini e di quanto tempo extra ho.
Cosa possiamo aspettarci da te in futuro? Altri libri dello stesso genere? Libri di genere differente?
Ho una tonnellate di uscite in arrivo, è COSI' eccitante!
  • Libro 1, Mayan Blood uscito il 29 Dicembre
  • Libro 2, Interlude, uscito il 12 Gennaio
  • Libro 3, Lights of Aurora, in uscita il 26 Gennaio
  • Libro 4, Anarchy, in uscita il 23 Febbraio
  • Libro 5, Birthright, in uscita il 19 Aprile
Inoltre, a Febbraio, ho un'altra uscita, uno stimolante young adult con il mio pseudonimo, Theresa Mae—If All Else Fails. A seguito ci saranno altri due libri.
In quale genere metteresti i tuoi libri?
Mature young adult paranormal romance.
Che cosa ti ha spinto a scrivere di quel genere?
Mi sono innamorata di quel genere da quando sono diventata un avida lettrice. Amo diversi libri e personaggi interessanti e unici. Non potevo immaginare di iniziare con un altro genere, e non mi ci vedo ad andare oltre ai generi young adult or new adult in futuro.
Da quanto tempo scrivi, e chi o che cosa ti ha ispirato?
Ho iniziato a scrivere nel 2011, dopo aver letto una catena di stimati libri young adult che mi hanno lasciato un vuoto quando si sono conclusi. Ho iniziato a fare giornalismo al liceo, ma poi ho realizzato quanto odio essere limitata. E ho sviluppato interesse nello scrivere romanzi.
Hai una determinata routine per scrivere? Ascolti musica o ti siedi su una sedia particolare?
Per scrivere generalmente vado al piano di sopra dopo che i miei figli sono a letto e scrivo mentre mi rimbocco le coperte. Mi piace accendere la lampada appesa alla mia parete, che da un lieve bagliore nella stanza, e qualche volta accendo il crea rumori di fianco al letto che imita un temporale. Altre volte accendo la tv su uno show che ho visto mille volte solo per avere il rumore di sottofondo senza la tentazione di guardare lo schermo.
Leggi tutte le recensioni dei tuoi libri?
Sì. Qualche autore non pensa sia importante, e qualcuno dice anche di non voler mai leggere le loro recensioni nemmeno lontanamente. Sono tutte opinioni personali, ma a me piace sentire cosa hanno da dire i miei lettori. Prendo in considerazione le loro opinioni e cerco i modi per poter migliorare la mia scrittura.
Scegli prima un titolo, oppure prima scrivi il libro e poi decidi il titolo?
Generalmente scrivo prima il libro e poi gli do un titolo. Trovo che tu non possa dargli un titolo finché non sai di che tratta. Ma ripeto, questa sono io. Ogni autore è differente. Qualche autore che conosco inizia davvero con un titolo e poi scrive il libro.
Come ti vengono in mente i nomi dei personaggi e dei luoghi nei tuoi libri?
Provo a scegliere nomi unici e che siano vari e divertenti. I personaggi etnici sono in special modo divertenti da nominare. Per divertimento, ecco qualche assaggio di nomi dalla serie The Stone Legacy:
  • Marzena—in apparenza una giovane viaggiatrice di sogni
  • Zanya—eroina della serie The Stone Legacy e la destinata Guardiana della Pietra.
  • Arwan—eroe, manipolatore del tempo, e qualcos'altro di unico.
  • Grima— Vichinga and pietrificatrice (fa la sua comparsa su Lights of Aurora)
Divertente, huh? :)
Decidi le caratteristiche del personaggio (timido, tranquillo, maschiaccio) prima di scrivere l'intero libro o durante?
Spesso ho un idea chiara dei personaggi principali, ma i personaggi secondari mi colgono sempre di sorpresa.
C'è qualche messaggio nascosto o morali contenuti nei tuoi libri? (Morali come nelle fiabe di Esopo, tipo “La morale di questa storia è...”)
Penso che la morale in generale della serie sia credere in te stesso, essere un amico leale, comprendere che tutti hanno diversi bisogni, voleri, e desideri, e di non essere spaventato nel seguire il cuore. Ogni libro ha punti salienti con morale o tema.
Di che formato preferisci i libri, eBook, con copertina rigida, o tascabili?
Ho sempre amato il tascabile al di sopra dell'e-book. I Kindle esauriscono le batterie. I tascabili no. :)
Cosa pensi dei libri diventati film? Qual'è il tuo preferito/peggior trasposizione cinematografica?
Oh dio. E' una domanda da un milione di dollari? Libro o film. Film o libro?
La risposta: Libro. Sempre libro.
Il peggior film basato su un libro? Quello di The Mortal Instruments. L'ho visto con mia madre e ho imprecato tutto il tempo quando siamo andate via. Ero così furiosa.
Il tuo cibo preferito?
Torta al cioccolato e caffè.
Il tuo cantante/gruppo preferito?
Amo i The Ataris e Taylor Swift.
Il tuo colore preferito?
Blu. Blu. E' il colore dell'oceano—tecnicamente non lo so, per quanti scienziati esperti là fuori, ma comunque—ed è uno dei colori con più varianti nel mio armadio. ;)




E per concludere in bellezza, Theresa farà delle domande a un personaggio della serie.

Foto: Bruno Santos
Character Name: Arwan
Character Bio:
Orphan and gifted Riyata, Arwan grew up at Renato’s estate in Belize after his mother was murdered by an underworld enemy. For years he has denied his Mayan ancestry and shunned his bloodline. Now that Zanya—the Stone Guardian—is back and bonded with her stone, he must face the darkest part of his soul in order to find the revenge he continues to seek.
He is a unique looking twenty-something year old with tan skin, dark eyes, sharp cheekbones, long-ish dark hair, and a keen talent for martial arts. He also has a very rare ability called timebending, which he does not often use in fear of changing the course of history and affecting the future in negative ways that he cannot undo.

Theresa: Describe yourself what is your worst and best quality?
Arwan: Focus. Normally that would be a good quality, but I tend to be overly focused on a goal and do not stop perusing it until I’ve accomplished it. Maybe that’s how I earned Zanya’s affections. Once I knew I wanted her, I couldn’t stop until I made my best effort to earn her trust.
Theresa: Have you?
Arwan: It’s a work in process.
Theresa: Do you think you deserve her trust?
Arwan: No. Not in the least.
Theresa: Why?
Arwan: Can we move to the next question please?
Theresa: Why?
Arwan: Because I’m not entirely comfortable telling you something I haven’t told her first.
Theresa: Fair enough. What about your best quality?
Arwan: I would say patience. I need patience while training—especially with Peter due to is lack of practice. He spends far too much time with Tara and not enough time in the dojo.
Theresa: It sounds like you’re angry with him.
Arwan: Angry? No, I’m not angry. Just…concerned. I don’t want him to fall behind. But knowing Zanya now, I can’t blame him for being hesitant to leave Tara. It’s hard to be away from the person you care about.
Theresa: What are you most afraid of?
Arwan: Failure. I’ve worked my entire life to prepare for the moment I can finally avenge my mother’s death. Plus, now I have more than just myself to protect. There’s no one else to lead the rest of the group, and I have to be there. It’s my job, and I can’t fail.
Theresa: What do you want more than anything?
Arwan. Peace.
Theresa: What kind? There are a lot of kinds of peace.
Arwan: All kinds. For too many years I’ve struggled to achieve inner peace, but that’s not possible because of who…what, I am. Maybe someday I can find a balance. That’s about the best I can hope for.
Theresa: What is your relationship status?
Arwan: It’s…complicated.
Theresa: You’re not going to improvise, are you?
Arwan: No, I’m not.
Theresa: Okay then. How much of a rebel are you?
Arwan: I think that’s more of a question for Jayden. Me? I prefer structure. Though I suppose Renato wouldn’t completely agree with the current events.
Theresa: What do you considered to be your greatest achievement?
Arwan: Taking control of my darker side. Commanding it. That is by far my greatest achievement to date.
Theresa: What is your current state of mind?
Arwan: I’m nervous.
Theresa: Why?
Arwan: Because I’m not used to people probing into my personal life. Into my head. Marzena, the young dreamwalker, gives me space. She doesn’t intrude into my thoughts. This interview feels a lot like when she reaches into my head.
Theresa: What is your most treasured possession?
Arwan: Does it have to be an object?
Theresa: Yes.
Arwan: My glaive.
Theresa: What’s that?
Arwan: It’s a weapon I use in both training and fighting—a spear with a long, curved blade at the end.
Theresa: You don’t have anything more personal you cherish?
Arwan: I don’t have many personal items. I’ve never needed them. I live with Renato, have the dojo at my disposal, and the jungle as my refuge.
Theresa: Which living person do you, most despise?
Arwan: I suppose it would be wrong to say Jayden. *grins *
Theresa: I don’t think Zanya would be thrilled to hear you say that.
Arwan: No, she wouldn’t. And in reality it’s not the truth.
Theresa: So who is it?
Arwan: Sarian—and my father. Both of them equally and as fiercely. The end.
Theresa: What is your greatest regret?
Arwan: Existing.
Theresa: Why?
Arwan: I’d rather not elaborate. Are we almost finished?
Theresa: Yes, we are. Lets change things up. What is the quality you most like in a woman?
Arwan: Stubbornness and self-confidence.
Theresa: Most men dislike a stubborn woman.
Arwan: Not me. It tells me she knows what she wants. I like that.
Theresa: Which living person do you most admire?
Arwan: My mentor, Renato. He is like my father, and I have great respect for him.
Theresa: What is your motto?
Arwan: You always have a choice.
Theresa: We’re all finished up. Once again, Arwan, thank you for the interview.
Arwan: Great. Thank you.

Traduzione fatta da me, AngelTany. Scusate gli errori.

Foto: Bruno Santos
Nome personaggio: Arwan
Biografia personaggio:
Orfano e dotato Riyata, Arwan è cresciuto nella tenuta di Renato in Belize dopo che sua madre fu assassinata da un nemico degli Inferi. Per anni ha rifiutato le sue origini Maya ed evitato la sua stirpe. Ora che Zanya—la Guardiana della Pietra—è tornata ed è vincolata alla pietra, lui deve affrontare la parte più oscura della sua anima per trovare la vendetta che continua a cercare.
Sembra solamente un ragazzo di venti anni o giù di lì con la pelle abbronzata, occhi scuri, zigomi taglienti, capelli scuri piuttosto lunghi, e un gran talento per le arti marziali. Ha anche un'abilità molto rara chiamata manipolazione del tempo, che non usa spesso per paura di cambiare il corso della storia e cambiare il futuro in modi sbagliati che poi non potrebbe annullare.
Theresa: Descriviti: Qual'è il tuo più grande difetto e pregio?
Arwan: La concentrazione. Normalmente potrebbe essere un pregio, ma tendo a essere troppo concentrato su un obiettivo e non smetto di studiarlo attentamente finché non lo raggiungo. Magari è questo che mi ha fatto guadagnare l'affetto di Zanya. Una volta capito che la volevo, non ho potuto smettere finché non ho fatto del mio meglio per avere la sua fiducia.
Theresa: La hai?
Arwan: E' un lavoro in corso.
Theresa: Pensi di meritarla la sua fiducia?
Arwan: No. Neanche un pò.
Theresa: Perché?
Arwan: Possiamo passare alla prossima domanda, per favore?
Theresa: Perché?
Arwan: Perché non mi sento interamente a mio agio nel dirti qualcosa che non ho detto nemmeno a lei.
Theresa: Vabbé. E a proposito del tuo miglior pregio?
Arwan: Direi la pazienza. Ho bisogno di pazienza mentre mi alleno—specialmente con Peter e la sua mancanza di pratica. Trascorre troppo tempo con Tara e non abbastanza nel dojo.
Theresa: Sembra che tu sia arrabbiato con lui.
Arwan: Arrabbiato? No, non sono arrabbiato. Solo…preoccupato. Non voglio che resti indietro. Ma ora che sto conoscendo Zanya, non posso fargliene una colpa se è riluttante a lasciare Tara. E' dura stare lontano dalla persona che ti interessa.
Theresa: Qual'è la tua più grande paura?
Arwan: Il fallimento. Ho lavorato la mia intera vita per prepararmi al momento in cui posso finalmente vendicare la morte di mia madre. Inoltre, adesso ho anche un altra persona da proteggere oltre me stesso. Non c'è nessun altro al comando del resto del gruppo, e devo stare lì. E' il mio lavoro, e non posso fallire.
Theresa: Che cosa vuoi più di ogni altra cosa?
Arwan. La pace.
Theresa: Del tipo? Ci sono molti tipi di pace.
Arwan: Di tutti I tipi. Per troppi anni mi sono sforzato di raggiungere la pace interiore, ma questo non è possibile per chi…bè, per quello che sono. Magari un giorno riuscirò a trovare un equilibrio. Questo è il meglio che posso sperare.
Theresa: Qual'è lo status della tua relazione?
Arwan: E'…complicato.
Theresa: Non andrai ad approfondire, vero?
Arwan: No.
Theresa: Ok allora. Quanto sei ribelle?
Arwan: Credo che questa sia più una domanda per Jayden. Io? Preferisco organizzare. Ma suppongo che Renato non sarebbe completamente d'accordo sugli eventi attuali.
Theresa: Che cosa puoi considerare il tuo più grande traguardo?
Arwan: Prendere il controllo del mio lato oscuro. Comandarlo. Questo è di gran lunga il mio più importante traguardo finora.
Theresa: Come ti senti al momento?
Arwan: Nervoso.
Theresa: Perché?
Arwan: Perchè non sono abituato alla gente che mi fa domande sulla mia vita privata. Che entra nella mia testa. Marzena, la giovane viaggiatrice dei sogni, mi da spazio. Non si intromette nei miei pensieri. Questa intervista mi fa sentire come quando lei è dentro la mia testa.
Theresa: Qual'è il tuo tesoro più prezioso?
Arwan: Dev'essere un oggetto?
Theresa: Sì.
Arwan: Il mio glaive.
Theresa: Che cos'è?
Arwan: E' un arma che uso sia in allenamento che nel combattimento vero—una lancia con una lunga e curva lama alla fine.
Theresa: Non possiedi qualcos'altro di personale che adori?
Arwan: Non ho molti oggetti personali. Non ne ho mai avuto bisogno. Vivo con Renato, ho il dojo a mia disposizione, e la giungla come rifugio.
Theresa: Qual'è la persona in vita che disprezzi di più?
Arwan: Suppongo sia sbagliato dire Jayden. *sorriso sbilenco*
Theresa: Non credo che Zanya sarebbe entusiasta di sentirti dire questo.
Arwan: No, non lo sarebbe. E in realtà non è lui.
Theresa: Quindi chi è?
Arwan: Sarian—e mio padre. Entrambi sono violenti alla stesso modo. Fine.
Theresa: Qual'è il tuo più grande rimpianto?
Arwan: Esistere.
Theresa: Perché?
Arwan: Preferirei non approfondire. Abbiamo quasi finito?
Theresa: Sì. Cambiamo argomento. Quali sono le qualità che apprezzi in una donna?
Arwan: La testardaggine e la sicurezza di sè.
Theresa: Alla maggior parte degli uomini non piace una donna testarda.
Arwan: Non io. Vuol dire che lei sa quello che vuole. Mi piace questo.
Theresa: Quale persona in vita ammiri di più?
Arwan: Il mio mentore, Renato. E' come un padre, e ho grande rispetto per lui.
Theresa: Qual'è il tuo motto?
Arwan: Hai sempre una scelta.
Theresa: Abbiamo finito. Ancora una volta, Arwan, grazie per l'intervista.
Arwan: Grandioso. Grazie a te.


Grazie mille alla Xpresso per avermi permesso di partecipare a questo blitz ^_^
XBT250


Nessun commento:

Posta un commento