lunedì 5 ottobre 2015

Recensione - Tiger's Curse di Colleen Houck


AUTRICE: COLLEEN HOUCK
TITOLO ORIGINALE: TIGER'S CURSE
TITOLO IN ITALIANO: TIGER'S CURSE
ANNO DI PUBBLICAZIONE ORIGINALE: 2011
EDITORE: EDEN EDITORI
COLLANA: FANTASY
USCITA: 20 SETTEMBRE (CARTACEO) - GENNAIO/FEBBRAIO 2016 (EBOOK)
GENERE: FANTASY
PREZZO: 15,50 €
PAGINE: 350 

L’ultima cosa che Kelsey Hayes pensava di dover fare quest’estate era cercare di rompere una maledizione indiana vecchia di trecento anni. Con una misteriosa tigre bianca di nome Ren. In giro per il mondo. Ma questo è esattamente ciò che è successo. Faccia a faccia con forze oscure, incantesimi e mondi mistici dove nulla è ciò che sembra, Kelsey rischia tutto quello che ha per rimettere insieme i pezzi di una profezia che potrebbe rompere la maledizione per sempre.


GIUDIZIO PERSONALE:

La mia mente è praticamente partita con destinazione India. Questo libro è diventato la mia droga, la mia ossessione negli ultimi giorni e non riesco a pensare ad altro. Quando l'avevo preso di mira su Goodreads dentro di me già sentivo che mi sarebbe piaciuto ma non credevo così tanto. Un'avventura magica, ambientazione indiana, romanticismo a gogo sono stati gli incentivi a spingermi verso questo romanzo che è riuscito a rubarmi il cuore.

Kelsey Hayes è orfana e vive con dei tutori e i loro due bambini. Finito il liceo, trova un lavoro con durata di due settimane in un circo e lì farà la conoscenza dei simpatici componenti della compagnia ma non appena poserà gli occhi sulla tigre bianca, Ren, ci si affezionerà molto e passerà con lui i momenti liberi della giornata tra letture di poesie e chiacchiere. E' come se una spinta invisibile avesse attirato la ragazza verso il misterioso animale ma quello che lei all'inizio non sa è che dietro la pelliccia dell'imponente felino si nasconde un principe valoroso maledetto 300 anni fa insieme a suo fratello Kishan. Da quel momento, Kelsey entrerà in un mondo magico e pericoloso che la porterà alla scoperta dell'India, del coraggio e dell'amore. Sarà proprio lei la chiave per rompere la maledizione e tra missioni nella giungla, all'interno di templi e altri posti magnifici, la voglia di aiutare la sua amata tigre/principe crescerà insieme ai suoi sentimenti per quest'ultimo. 

«Tu sei la prescelta, Kelsey. E se avessi avuto la possibilità di scegliere la ragazza che mi avrebbe salvato, avrei comunque scelto te.»
   «Perché?»
   «Per un’infinità di ragioni. Mi piacevi. Sei interessante. Mi piaceva ascoltare la tua voce. Avevo l’impressione che riuscissi a vedere oltre la pelle della tigre fino alla persona che si nascondeva al di sotto di essa. Quando parlavi, mi sembrava che tu dicessi esattamente quello che avevo bisogno di sentire. Sei intelligente. Ti piace la poesia e sei molto carina.»

Il romanzo è ricco di poesie, racconti e luoghi meravigliosi che ti coinvolgono al punto da sentirti all'interno della storia. Le descrizioni sono eccellenti, fatte con scrupolosità ed è impossibile non innamorarsi dei personaggi, anche se alcune volte avrei preso a schiaffi la protagonista. Ciò che non mi ha convinto è proprio il modo di parlare e il comportamento di Kelsey quando scopre che la sua tigre è in realtà un essere umano. Non so voi, ma io se mi trovo un'enorme tigre davanti che poi ti si presenta come un bel ragazzo dicendo di essere maledetto non ci crederei subito, sarei sotto shock per qualche ora. Poi c'è il modo di parlare di lei. Sarò pignola ma non mi è sembrata una parlata da persona dei nostri giorni, non ci ho trovato molta, o nessuna, differenza tra come parla lei e un principe nato più di trecento anni prima, Sarebbe stato più interessante e realistico leggere di un contrasto d'epoca più marcato. 

Kelsey è una ragazza sarcastica, coraggiosa e leale che non esita un'istante ad aiutare i suoi amici ma è anche piuttosto insicura e timorosa nel campo amoroso. Non si sente all'altezza del bellissimo Ren (come ti capisco, sorella), teme che i sentimenti di lui non siano sinceri e lei non vuole donare il suo cuore per poi ritrovarselo a pezzi di nuovo. Dopo la morte dei suoi genitori non vuole correre il rischio. Ma Ren è onesto e sa che Kelsey è la sua anima gemella. E' un principe con sani principi, un guerriero che ha sopportato un'esistenza maledetta per ben tre secoli e lei è la sua salvezza ma anche il suo cuore. 
Ren rappresenta il mio uomo ideale con capelli neri e occhi azzurri (*muoio*) ma c'è anche suo fratello Kishan che ha un fascino magnetico e sembra caratterialmente il contrario di Ren. Quest'ultimo è un gentiluomo d'altri tempi e ama la poesia e la letteratura, Kishan ha più l'atteggiamento da bad boy, più selvaggio e malizioso. 

Qualcosa sul comodino attirò la sua attenzione. Si sporse, allungandosi per prendere il mio diario aperto. Avevo fatto un altro disegno di una tigre − della mia tigre. I disegni che avevo fatto al circo erano okay, ma questo era più personale e pieno di vita. Ren lo fissò per un momento, mentre le mie guance si coloravano di un bel cremisi luminoso.
   Con un dito ripercorse il profilo della tigre e poi bisbigliò teneramente: «Un giorno, ti darò un ritratto del vero me.»
   Posò il diario con attenzione, mi prese entrambe le mani, mi guardò con un’espressione intensa e disse: «Non voglio che tu veda solo una tigre quando mi guardi. Voglio che tu veda me. L’uomo.»
   Allungò una mano, quasi a sfiorarmi la guancia, poi si fermò, lasciando cadere la mano. «Indosso un volto di tigre da troppi anni. Sta rubando la mia umanità.»
   Annuii, mentre lui mi strinse le mani bisbigliando: «Kells, non voglio più esserlo. Voglio essere io. Voglio avere una vita.»
   «Lo so» dissi teneramente. 

Vi anticipo che ci sarà un triangolo amoroso ma in questo primo volume non si vedrà molto. Inoltre ci saranno anche parti divertenti, non solo avventurose e romantiche. Insomma, questo libro è un gioiello ricco di emozioni che per quanto mi riguarda vale la pena di provare. Lasciate che lo stile della Houck vi avvolga con tutta la sua magia.

e mezzo

Grazie mille alla Eden Editori per la copia omaggio <3

P.S. Dando un'occhiata al bellissimo sito dell'autrice ho trovato la playlist da ascoltare durante la lettura del libro. La potete trovare QUI.


2 commenti:

  1. Hanno inviato anche a me il libro e mi ispira come storia, ma al momento non mi attira al punto di volerlo leggere all'istante! Prima o poi sicuramente lo leggerò e spero davvero mi piacerà, anche se non sono mai stata catapultata in India da una lettura e questa novità un po' mi spaventa :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra! :D Spero davvero che ti piaccia. Sai, le descrizioni dei luoghi e della cultura indiana sono talmente dettagliate che ti senti davvero di visitare quel paese. Magari è solo un'impressione ma comunque quando darai la tua opinione verrò a leggere ;)

      Elimina