venerdì 24 luglio 2015

Recensione - Tu sei il mio desiderio di Elizabeth Anthony

Autore - Elizabeth Anthony
Editore - Garzanti     

Uscita - 2 Luglio 2015        
Pagine - 270
Prezzo - 16,40 €

Amami
Stringimi
E poi dimenticami



Oxfordshire, 1921. Le antiche sale della dimora di Belfield Hall sono troppo ampie e solitarie per Madeline. A diciassette anni, sola al mondo, è stata costretta a lasciare il suo paese, la Francia, per andare in Inghilterra, patria del suo tutore. In questa terra lontana la ragazza non conosce nessuno, tutto le sembra ostile. Solamente nell’immensa biblioteca riesce a ritrovare il sorriso. Lì, tra quelle pareti colme di libri che parlano di mondi da scoprire, ha trovato il suo rifugio.  Eppure un giorno tutto cambia. Passeggiando per i boschi, quasi per caso, si imbatte nel guardacaccia della tenuta: Nathan Mallory. I suoi modi bruschi e arroganti non riescono a celare la bellezza dei suoi occhi. I suoi occhi scuri come il buio più profondo, che sono capaci di leggere fin negli abissi della sua anima. Madeline rimane senza fiato e cerca di resistere. Vengono da mondi diversi e cedere alla tentazione è sbagliato. È proibito. Ma anche inevitabile. Perché i loro cuori parlano la stessa lingua. Quella della passione, del desiderio, della fusione l’una nell’altro senza timori.

Fino al momento in cui il giorno arriva, il fuoco della notte si spegne e i segreti che Nathan le ha nascosto vengono a galla. Segreti che parlano di Mr Maldon, duca di Belfield, l’uomo che l’ha accolta e protetta. L’uomo che ora più che mai ha bisogno di lei, per difendere la sua relazione con Sophie che ancora una volta è in pericolo. Madeline è davanti a un bivio. Credere a Nathan è difficile, anche se è impossibile dimenticare quegli attimi in cui nulla aveva più senso: solo i loro battiti all’unisono, solo i loro respiri in un unico respiro.

Dopo il successo di Tu sei mia, che ha conquistato i lettori italiani che aspettavano con ansia un suo nuovo romanzo, Elizabeth Anthony torna a Belfield Hall. Ai suoi intrighi di palazzo e alle sue passioni proibite. Alle sue regole che vengono infrante in nome di un valore più alto che è quello dell’amore, quando diventa tentazione irresistibile.

GIUDIZIO PERSONALE: 

Premetto che non ho letto il primo volume e quindi non avevo conosciuto nemmeno un pò la giovane Madeline prima di leggere questo seguito. Non mi aspettavo un personaggio così travagliato anche se mi è sembrata una versione più drammatica di Anastasia quanto Nathan di Mr Grey senza la stanza dei giochi (mancavano i sexy shop all'epoca, il caro guardiacaccia si è dovuto accontentare di un capanno, senza troppe pretese). Vabbè, anche senza i giochini moderni, si sono divertiti comunque. Sulle scene di sesso non ho da ridire anche se a volte sono state piuttosto forti, una lettura di certo non per ragazze sotto i 14 anni o per chi non ama le passioni troppo struggenti.

La storia è piena di intrighi, dolore ma anche di passione e amore. I personaggi non sono male ma ora vi spiego perchè paragono Madeline ad Ana. All'inizio entrambe sono giovani donne che trascuranno il loro aspetto e guarda caso, dopo l'incontro con il bellissimo uomo in calore di turno, pian piano scoprono il fascino e la femminilità che c'è dietro alla loro non curanza fisica. Per non dire che si fanno parecchi giri nel gioco "Scopiamo a tutto spiano" senza pensarci tanto. Solo che per Madeline è più difficile. Ha avuto un infanzia che l'ha ferita nel profondo sia nel corpo che nell'anima ed è stata per parecchi anni sola, chiusa nel suo dolore.
A un certo punto, arriverà a un momento che la porterà ad agire in modo estremo. Ma ecco apparire il principe azzurro sul cavallo bianco (sarcasmo in modalità ON), o meglio, un affascinante guardacaccia di nome Nathan Mallory che salva la donzella dal suicidio. Dalla prima volta che i loro occhi si incontrano, nasce una passione divorante che troverà soddisfazione nei numerosi incontri sessuali nel capanno dell'uomo. Grazie a lui, la ragazza scopre un nuovo lato del sesso. Non quello brutale ma quello profondo e ricco di desiderio e appagamento. Impara che c'è anche piacere nell'atto sessuale e Nathan è ben lieto di farle da insegnante. Tuttavia la gioia dovuta a questi appassionanti amplessi avrà fine e gli incubi del passato torneranno a tormentare Madeline. E come se non bastasse, il suo amante guardacaccia non è chi dice di essere. Un vortice di menzogne avvolgerà la coppia e potrebbe riuscire a distruggere il legame che si è creato tra loro.

Lo stile della Anthony è abbastanza gradevole e la storia è intrigante però non mi ha convinta del tutto. E' comunque un libro che consiglio a chi legge romanzi storici ed erotici ma sopratutto a chi ha voglia di lasciarsi intrappolare in una rete di inganni, bugie e tormenti con una buona dose di scene sessuali ad alto contenuto erotico.

Grazie mille alla Garzanti per la copia omaggio <3


 

Nessun commento:

Posta un commento