domenica 5 luglio 2015

Recensione - A fior di pelle di Sophie Jackson


Autore - Sophie Jackson
Editore - Fabbri editori
Uscita - 11 Giugno 2015  
 
Dettagli: Cartonato 15 x 21 cm
Pagine: 464 
Prezzo: 15,90 €



Dopo aver assistito all’omicidio di suo padre quando era solo una bambina, Kat da anni sogna il misterioso ragazzo che l’ha salvata dal fare la stessa fine. Ora, a 24 anni, Kat insegna letteratura inglese in carcere, per onorare la memoria del padre, un sognatore prestato alla politica. In carcere, i demoni di Kat sembrano risvegliarsi, soprattutto quando incontra Wes, un detenuto problematico, pericoloso almeno quanto affascinante e carismatico. Tra loro cominciano presto a esserci scintille, soprattutto quando Wes riconosce in Kat la bambina che ha salvato tanti anni prima…


GIUDIZIO PERSONALE:

Questo romanzo è stato una vera rivelazione. Non avrei mai pensato che un detenuto potesse essere così affascinante - perchè una magari se le dici "carcerato" pensa alla banda Bassotti o a qualche brutto emergumeno dall'aspetto minaccioso e sfregiato. La cosa che mi ha colpito e che mi ha spinto a leggere questo libro è stato l'originalità nell'ambientazione. E' la prima volta che leggo di una storia d'amore nata in un carcere ed è stato bellissimo. Un libro da divorare in un giorno, tutto d'un fiato.

Kat era molto piccola quando assistì alla brutale morte del padre ed è a causa di ciò che in futuro farà l'insegnante di letteratura inglese in un carcere. Quello dove va lei non c'entrano gli assassini ma comunque gente con una fedina penale piuttosto colorita. Mi ha fatto sorridere la sua interazione con gli "studenti" e come li ha un pò ammorbiditi per poi sentirsi bene tra loro nonostante i reati commessi. Molti pensano ai detenuti come feccia della società ma possono cambiare, non sono senza speranza.
Wesley Carter è un tipo molto difficile e pochissime persone sanno come trattarlo. E' come una bomba, sempre pronta ad esplodere. Vicino alla soglia dei 30 anni, si è stancato della sua vita che non è vita. Vuole combinare qualcosa e non restare un delinquente per l'intera esistenza. L'incontro con Kat lo aiuterà in questo. Ciò che all'inizio non sanno è che loro si erano già visti in passato e non in un giorno lieto ma quello per cui la ragazza ha ancora gli incubi: l'assassinio di suo padre. Il Wes ragazzino di allora salvò la piccola Kat portandola lontano dagli uccisori. Da allora, la ragazza non lasciò mai la mente di lui. Erano destinati a incontrarsi di nuovo e stavolta per non lasciarsi più.

Il fascino di Wes mi ha fatto venire spesso una tachicardia. Quell'uomo ispira passione, amore e anche un pò di tenerezza per ciò che prova per la sua donna. E' molto protettivo, seducente, un personaggio da standing ovation. Dal canto mio, posso dire che il successo della Jackson è ben meritato. Ha uno stile piacevole, accattivante con cui ha creato una storia d'amore meravigliosa su un ambientazione che non si legge tutti i giorni. Di solito sono cinica per quanto riguarda le pubblicazioni delle fanfiction ma per alcune, compreso questo, mi sono ricreduta. Un libro assolutamene consigliato.

 «Ho camminato e camminato, ero furioso con me stesso. Sapevo di dover guardare avanti e ci ho provato, credimi. Ci ho provato con tutte le mie forze. Ma il mio cuore... il mio cuore si stava spezzando.»
E finalmente trovò i suoi occhi. Aveva uno sguardo sconfitto.
«Questo casino è colpa mia» riprese, sempre più triste. «Mi odio per averti costretto a difenderti da chi invece dovrebbe essere felice per te. Sono un bastardo pieno di problemi, sono sempre incazzato e ho un carattere terribile. Dovrei dirti ancora tante cose su di me, ma non so neanche da dove cominciare perché ho troppa paura di perderti. So di essere uno stronzo egoista a non volere che tu te ne vada, visto che sarebbe la cosa migliore per te...»
«Carter, io...»
«Aspetta» la interruppe, senza fiato. Avanzò di un passo; era così vicino che Kat dovette alzare la testa per poterlo guardare negli occhi. «Ti prego, Peaches, voglio fare la cosa giusta. So che avrei dovuto prendere un aereo e tornare a casa invece di restare davanti all’albergo per quattro ore sotto la neve. So che ti meriti di più, ma la verità è che...»
Lei chiuse gli occhi e si avvicinò a lui, malferma sulle gambe. Carter le sfiorò il collo, poi la guancia, e lei rabbrividì al tocco della sua mano gelata.
«La verità è che l’idea di lasciarti mi terrorizza» sussurrò con le labbra accostate al suo orecchio. «Non ce la faccio. Senza di te sono disperato.»
Kat appoggiò la testa al suo braccio e sospirò di sollievo, pianissimo.
«Sono tuo. Lo sai, vero? Dimmelo che lo sai.»
«Lo so.»
 Grazie mille alla Fabbri per la copia omaggio! <3

7 commenti:

  1. A me non ha fatto impazzire, sicuramente molto scorrevole e piacevole da leggere tutto d'un fiato, come hai detto tu, ma mi è sembrato che l'inizio e la fine del romanzo, a livello di trama, fossero un po' sconnessi. Alcuni personaggi sono stati abbandonati e la trama, inizialmente incentrata sulle dinamiche carcerarie e in particolare sulle vicissitudini legali di Wes, ha dirottato bruscamente sui classici clichè da romanzo rosa. Un giusto mix tra le due cose non mi sarebbe dispiaciuto sinceramente. Considerando che nasceva come FF, però, c'è da riconoscerne sicuramente del merito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, decisamente :) Io le do più merito per l'ambientazione che per altro. Perchè per il resto, come hai detto, sono clichè dei romance. Forse per alcune scene li ho trovati un pò stucchevoli ma non mi ha dato molto fastidio. Nel complesso mi è molto piaciuto e dire che di solito il fatto che sia nata come fanfiction mi fa storcere il naso. Alcune era meglio se rimanevano solo fanfiction ma direi che questo non è il caso di A fior di pelle ;)

      Elimina
  2. Mi ispira un bel po'! E in effetti l'ambientazione e davvero originale! Non male per essere una ff ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro :) E' stata una piacevole sorpresa. Non pensavo mi sarebbe piaciuto così tanto.

      Elimina
  3. M'ispira tantissimo, e dopo la tua recensione ancor di più...credo sarà una delle mie letture d'agosto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora preparati a scioglierti sia per il caldo che per Wes ;)

      Elimina