martedì 17 marzo 2015

Segnalazioni Eden Editori - Of Poseidon e Il volo delle lanterne

Ok, con questo post la smetto di rompervi per oggi :P Ho un mal di testa bestiale a causa di questo tempo cupo che mi ritrovo fuori e quindi è il caso che dopo questo, lasci in pace il pc e mi dedichi a leggere un pò o a uncinettare.  Allora, dopo due anteprime, eccovi una segnalazione. Vi ricordate che qualche giorno fa vi ho scritto di due super anteprime da parte della Eden Editori e vi ho presentato quest'ultima? Bene, adesso invece vi segnalo più dettagliatamente Of Poisedon, il primo volume della serie Syrena di Anna Banks (di cui il secondo volume è una delle anteprime che vi ho già rivelato) e un altro delizioso e interessante titolo ma stavolta "made in Italy", Il volo delle lanterne di Chiara Trabalza.

AUTRICE: ANNA BANKS
TITOLO ORIGINALE: OF POSEIDON
TITOLO IN ITALIANO: OF POSEIDON
ANNO DI PUBBLICAZIONE ORIGINALE: 2013
TRADUTTORE: VIRGINIA SERI
EDITORE: EDEN EDITORI
COLLANA: FANTASY
ANNO DI PUBBLICAZIONE IN ITALIA: 2015
GENERE: FANTASY
PREZZO: 15,50 €
PAGINE: 306

Galen, un principe Syrena, sta perlustrando la terra alla ricerca di una ragazza che comunica con i pesci... o almeno questo è ci che ha sentito dire... Emma incontra Galen durante una vacanza al mare con la sua migliore amica. L’impatto tra i due è immediato e potente, ma Galen non è ancora pienamente convinto che Emma sia colei che sta cercando. Sarà un incontro mortale con uno squalo a convincere Galen che solo Emma, con il suo Dono, è in grado di salvare il suo regno. Galen ha bisogno del suo aiuto... a qualunque costo. Due personaggi opposti, ma complementari. Due regni apparentemente distanti tra loro, ma interdipendenti. Due punti di vista diversi, ma che si integrano perfettamente. Un retaggio in comune che li divide e li unisce, in un susseguirsi
di fraintendimenti che porteranno i protagonisti a far luce sul proprio passato. Un amore, voluto e temuto allo stesso tempo, in grado di superare le barriere del tempo e dello spazio.

AUTRICE 

La prima opera pubblicata di Anna fu una lettera indirizzata al direttore del suo giornale locale, nella quale si lamentava delle misere mance che riceveva ‒ era una cameriera di diciassette anni. Con la lettera si è guadagnata una cena gratuita al ristorante dove lavorava e gli sguardi loschi degli spilorci. Ora che sua madre è morta, Anna è sicura di poter rivelare che al liceo ha anche scritto gli elaborati di metà trimestre degli altri studenti per guadagnare i soldi per i balli scolastici. I suoi passatempi preferiti sono leggere, scrivere, bere vino e leggere e scrivere mentre beve il vino. Sa tracannare al goccio gli shottini al gin, parlare con un accento del sud e schiacciare un pisolino nel bel mezzo della giornata, di qualunque giorno della settimana ‒ immediatamente, nientemeno! Non sa andare sui rollerblade, non si sa applicare l’eyeliner liquido e non riesce a trovare le sue chiavi. Mai. Anna vive in Florida con suo marito, sua figlia e i personaggi immaginari della sua mente.

QUARTA DI COPERTINA

“Si narra anche che la spinta generi la discendenza più forte possibile, che ci sia qualcosa che scorre nel sangue dei Syrena in grado di garantire la sopravvivenza di tutta la specie. Pochi tra i Syrena ci credono. E Galen non è uno di loro”.
“Era affascinata quando lui le ha detto di come i Syrena vivano allo scoperto sul fondo dell’oceano (...) e quando le ha detto che i Reali vivevano al sicuro nelle caverne rocciose. Era rapita quando lui le ha rivelato che Poseidone e Tritone erano Syrena in carne e ossa, primi generali della loro specie, e non gli dei che le tradizioni umane hanno fatto credere che fossero. Era shoccata quando Toraf ha stimato che il totale degli appartenenti alla loro specie ammonta a circa ventimila Syrena”.
“Migliaia di anni fa, Poseidone decise di vivere sulla terra insieme agli umani. Le relazioni con gli umani, all’epoca, non erano vietate dalla legge ma solo disapprovate. Gli umani lo riverivano come una delle loro divinità offrendogli in sacrificio gli animali ed erigendo ridicole statue in suo onore. Hanno persino costruito una città per lui e per i suoi seguaci Syrena. La chiamarono Tartessos”.



AUTRICE: CHIARA TRABALZA
TITOLO ORIGINALE: IL VOLO DELLE LANTERNE
EDITORE: EDEN EDITORI
COLLANA: ROMANCE
ANNO DI PUBBLICAZIONE IN ITALIA: 2015
GENERE: ROMANCE
PREZZO: 13,90 €
PAGINE: 350

Miriam e Lorenzo sono distanti, non si conoscono, non si sono mai visti, eppure sono anime gemelle e il desti- no ha deciso di farli incontrare travolgendo le loro vite. Lui è un giornalista in carriera, lei è la classica brava ragazza che non vuole mai dare problemi. Lui viaggia per il mondo, lei invece i viaggi pu solo sognarli nella sua fantasia. Le loro vite non potrebbero essere più diverse eppure sembrano nati per stare insieme, come due tessere di uno stesso puzzle che combaciano perfettamente. Miriam viene travolta dalla passione, senza che possa far niente per opporsi ed improvvisa- mente la sua vita così lineare e prevedibile, da sempre costruita su rigidi binari e su rischi ben calcolati, viene sconvolta e tutte le sue certezze vacillano. Nasce così una bellissima storia d’amore e, quando Miriam pensa di aver raggiunto ormai la felicità, di aver finalmente ricevuto dalla vita quell'amore e quella sicurezza che cercava da sempre, un nuovo imprevisto porta Lorenzo lontano da lei, separando nuovamente le loro strade. Toccherà a loro difendere ci che di più prezioso
hanno e riconquistare quell'amore che sembra essere scritto da sempre nel loro destino.

AUTRICE 

Chiara Trabalza vive a Roma, è laureata in Psicologia, sposata e mamma a tempo pieno di due bambine.

Appassionata di libri non potrebbe mai fare a meno del piacere della lettura.

Da sempre scrivere è stata la sua grande passione, coltivata fin da quando era ragazza, un bisogno fondamentale per poter esprimere i suoi sentimenti e i suoi sogni ad occhi aperti.
“Il volo delle lanterne” è il suo romanzo d' esordio.

RECENSIONE DI SARA RATTARO

Un romanzo interessante che parla a noi di come noi siamo. Una scrittura fluida e coinvolgente che ti trascina fino alla fine senza accorgertene e che ti fa riflettere, sorridere e soprattutto fare il tifo per un amore in cui è bello credere. Il “volo delle lanterne” mi ha convinta subito per la capacità sottile di penetrare l’animo umano che l’autrice gestisce da vera esperta, per la trama avvincente e per l’intensità con cui l’amore viene raccontato, senza via  di scampo, senza retorica.
Sara Rattaro. 

Nessun commento:

Posta un commento