sabato 28 marzo 2015

Recensione - Rebirth, I Tredici Giorni di Alessia Coppola


Titolo: Rebirth – I Tredici Giorni
Autore: Alessia Coppola
Genere: Paranormal Romance
Pagine: 175
Prezzo: 2,99 ebook 9,90 cartaceo
Data di Uscita: 25 Novembre 2014
Link di acquisto: http://tinyurl.com/pswfnet
Data di uscita cartaceo: gennaio 2015

New Orleans, 1939
Le luci del teatro si spengono. Grace stempera il trucco di scena. Si specchia. Segue con lo sguardo una ruga. Si rende conto che il tempo scorre anche per lei. Ma lei non vuole invecchiare. Con il cuore in tumulto esce dal teatro. Ad attenderla c’è un uomo in nero che le promette l’eterna giovinezza.
E se riuscisse davvero a impedirle di invecchiare?
Grace stringe un patto con lui, ignorando che in realtà è un demone figlio della Morte. Un Chronat. 
Da questo momento, ha tredici giorni per fuggire. Se il demone riuscirà a trovarla prima della mezzanotte del tredicesimo giorno, lei apparterrà alle schiere della Morte e diventerà un Chronat a sua volta. In caso contrario, sarà libera.
Ma il percorso che attende la seducente attrice è pregno di sorprese. Non ultima quella che la porterà tra le braccia di Ayku, custode designato per proteggerla dal Chronat. Tra creature angeliche dedite al Bene e demoni votati al Male, Grace si ritroverà per la prima volta nella sua vita a dover scendere a patti con il Destino… e a compiere la sua scelta.



GIUDIZIO PERSONALE:

Questa recensione mi mette in difficoltà. Non perchè il libro non sia stato di mia gradimento ma tutt'altro. Nonostante mi senta ispirata, non so come rendere giustizia a questo capolavoro, come esprimere ciò che ho provato nel leggerlo. Posso sembrare esagerata ma quando lo leggerete, capirete tutto. Ogni frase, ogni singola parola sembrava formare una poesia dal suono piacevole proprio come le note di un pentagramma creano una melodia meravigliosa in grado di toccare la mia anima.

La storia è molto originale poichè non parliamo di semplici angeli e demoni ma bensì di figli del Destino, i benevoli Jupfer, e i figli della Morte, i maledetti Chronat. Fin da che esiste il mondo, si contendono le anime di chi esprime desideri con molta intensità come quella di Grace Matthew, grande stella del teatro che non può permettersi di invecchiare. Senza saperlo, l'esprimere il desiderio allo specchio, la catapulterà in un mondo ultraterreno dove luce e ombra sono in continuo conflitto. 

 «Cosa vuoi da me?» urlai tra le lacrime.
  «Te.»
  Mi spinsi indietro pedalando con le gambe, finché urtai contro il pensile. «Avevi detto di non voler nulla da me.»
  «Ah be’, ho mentito.» Inclinò la testa e la sua chioma infuocata sembrò appiccarglisi sul viso. Ma non lo fece.
  Mi sollevai e impugnai un coltello che era sul bancone alle mie spalle. «Vattene.»
  Lui rise. La sua risata era vischiosa come l’eco che uggiola nelle caverne umide. «Non puoi ammazzarmi, Grace. Non posso essere ucciso.»
  «Chi sei veramente?»
  «Puoi chiamarmi Nephisis. Sono un Chronat, un demone. O meglio, voi umani ci avete dato questa connotazione. In effetti noi, be’… non apparteniamo all’Inferno e, come evidentemente puoi vedere, nemmeno al tuo mondo né al Paradiso. Siamo figli della Morte, Grace.»
 Questi tredici giorni sono stati una vera impresa che mi ha tenuta incollata alle pagine per parecchio. Solo per causa di forza maggiore (impegni della giornata e... i pasti XD) ho staccato dalla lettura per poi proseguire fino alla fine.
 «Se il Chronat sta dalla parte dei cattivi, tu dovresti stare da quella dei buoni. Non è così?» domandai e pensai che su quello non ci fossero dubbi, a giudicare dal suo aspetto.
  «Sì, Grace. Devo aiutarti affinché il Chronat non ti trovi.»
  «Come sai il mio nome e cosa sei esattamente?»
  «So il tuo nome perché sono stato assegnato a te. Noi Jupfer siamo geni dell’aria, spiriti del vento, angeli portatori di sapienze antiche. Chiamaci come preferisci. Salviamo le persone che stringono patti con i Chronat.»
  Gli indicai il cumulo di macerie bianche sul pavimento. «Perché sei sbucato da quella

statua? Non potevi semplicemente apparire?»
  «Noi appariamo dove i nostri protetti inconsciamente desiderano vederci. Avevi l’immagine di quell’angelo negli occhi prima di addormentarti. Era la cosa più rassicurante su cui volessi posare gli occhi.»
  Da dietro le sue spalle si mosse qualcosa, di un bianco abbagliante. Erano le sue ali. Sembravano impalpabili e morbide come piume d’oca. Se avessi sventrato tutti i cuscini del mio appartamento, non avrei fatto nemmeno una di quelle, tanto erano grandi e vaporose. Mi ci sarei tuffata, se non avessi avuto il buonsenso di ancorarmi fermamente lì dov’ero.
  Da vera diva, avrei dovuto svenire di nuovo, ma resistetti.
  «Quindi, non sei così in realtà?» chiesi.
Mi sorrise, facendo arrendere ogni resistenza della mia ragione. «Siamo incorporei, fino a quando non veniamo chiamati. Aleggiamo nell’aria, seguiamo le correnti, ispiriamo i poeti e gli artisti. Siamo fuochi fatui. Ma ora questo sarà il mio aspetto, fino a quando non avrò svolto il mio compito. Sono il tuo Jupfer, Grace.»
  Si inginocchiò e la cascata dei ricci scuri gli coprì il volto. Meglio così. Non avrei voluto che vedesse il rossore affiorare sulle mie guance mentre diceva sono il tuo Jupfer. Un fremito mi scosse fino alle dita dei piedi e mi sentii avvampare.
Una storia avvincente, piena di suspence, che saprà conquistare lettori di tutte le età. Non c'è niente di scontato in Rebirth compreso il finale che vi lascerà di stucco. Con lo scorrere delle pagine, la Sherlock Holmes in gonnella che è in me ha avuto il sopravvento e mi sono sorti vari punti interrogativi. Ho formulato ipotesi su ipotesi e per alcune ho avuto ragione, per altre devo aspettare di leggere il prequel Soulmates, disponibile gratis in formato digitale (potete trovare il link sul sito del romanzo QUI) e anche il sequel, che spero l'autrice ci sforni presto con le sue manine d'oro. Intanto Alessia, beccati questi 5 occhietti ben meritati!

13 commenti:

  1. T______T
    Smettetela tutti subito di fare recensioni di libri belli!!
    La mia TBR sta per esplodere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano che non lo sia già esplosa XD lo sai, è infinita U.U

      Elimina
  2. Risposte
    1. ^_^ Sì, è un libro magnifico. 175 pagine sono troppo poche :P

      Elimina
  3. Ciao ti ho nominata al LIEBSTER AWARD 2015 nel mio blog Sogni di Marzapane.
    Ecco il link: http://sognidimarzapane.blogspot.it/2015/03/liebster-award-2015-nomination.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sherazade! In questi giorni lo faccio ;)

      Elimina
  4. Grazie di vero cuore. Sono felicissima che ti sia piaciuto. <3 <3 <3

    RispondiElimina
  5. Alessia è un'ottima scrittrice, i cinque occhietti se li merita tutti! :D

    RispondiElimina
  6. Siamo tutte con te, Alessia ;) Ovvio che mi sia piaciuto! <3

    RispondiElimina
  7. <3 <3 <3 E vi comunico che Alice uscirà il 22 aprile! :D

    RispondiElimina