venerdì 16 gennaio 2015

Recensione - Sono solo un marinaio di Patrizia Ines Roggero


Autore - Patrizia Ines Roggero
Collana - Sepia (Triskell Edizioni)
Uscita - 30 Novembre 2014
Dettagli - 219 pg ebook
Prezzo - 5,99 € 

ISBN - 9788898426355 Edizione ebook

Alice e Elisabeth sono due giovani donne inglesi, dirette con i rispettivi mariti in America per cominciare una nuova vita. Il destino però ha in serbo altro per loro: scampate per miracolo a un attacco di pirati, si trovano abbandonate in mezzo all’oceano, fino a quando vengono salvate da un’altra nave di corsari, comandata dal capitano Kole Tyler.
Fulminea e violenta è la passione che nasce tra Alice e il secondo di Kole, Jack Ryden, ma i dubbi della donna frenano quest’amore nascente. E quando finalmente vi cederà, lei e Jack dovranno fare i conti col passato dell’uomo.



GIUDIZIO PERSONALE:

Due cose mi avevano fatto innamorare di questo libro prima ancora di leggerlo. La prima è la copertina. Bellissima come tutte le copertine della Triskell, che ringrazio di cuore per avermi offerto la copia di questo romanzo. La seconda cosa è l'argomento "pirati", io ho un vero e proprio debole per le storie sulla pirateria. 

Questa mia cotta iniziò quando ero piccola con le opere di Emilio Salgari, in particolare, il ciclo dei Corsari delle Antille (Corsaro Nero, La regina dei Caraibi, ecc...). Devo ringraziare Patrizia se sono ritornata a sospirare e a sognare per questo mondo pieno di avventure, intrighi e amore. Sì, lo ammetto, era da tanto che non leggevo un romanzo con i miei adorati pirati e con questo romanzo ho concluso la mia "astinenza" :P

Ma ora passiamo alla storia. Alyce ed Elisabeth (Bess) sono due nobildonne che solcano il mare per ricongiungersi ai loro mariti in America. Il loro viaggio non sarà semplice e senza pericoli, presto la loro nave subisce un attacco pirata. Da questa tragedia si salvano per miracolo ritrovandosi da sole in mare aperto. Ma ancora una volta la divina provvidenza le assiste e vengono salvate dalla ciurma pirata di Kole Tyler. 

A quel punto si potrebbe dire che sono finite dalla padella alla brace tuttavia Kole Tyler non è un uomo spietato e le due donne si ricrederanno su molte cose riguardo ai pirati, sopratutto sul capitano e il suo secondo, Jack Ryden. Tra quest'ultimo e la bella Alyce è attrazione dal primo sguardo ma ciò che frena lei dal concedersi a lui è l'essere sposata. Come darle torto? Anche se le loro situazioni matrimoniali non sono delle migliori e nonostante l'interesse che provano nei confronti di Kole e Jack, le due donne rimangono fedeli ai loro consorti. Già, ci sono ben due storie d'amore che nascono in questo bel romanzo. Cosa che non dispiace affatto al mio lato romantico.

Se Elisabeth era alta e snella, con lunghi boccoli biondi e profondi occhi scuri, Alyce era l’esatto contrario. Meno alta della prima e con forme più abbondanti, aveva lisci capelli bruni e grandi occhi color del muschio. Era evidente che entrambe vantavano natali aristocratici, i loro modi raffinati ne erano un equivocabile esempio e, anche se in quella circostanza indossavano abiti maschili, la loro femminilità non ne risentiva affatto.

Ottima caratterizzazione dei personaggi, dai più buoni ai più miserabili. Jack mi ha conquistata subito anche se si tratta dell'ennesimo libertino che leggo nei romance. E' un personaggio complesso dal passato oscuro. Un passato che continua a tormentarlo. Un errore causato dalla sua lussuria gli ha cambiato l'esistenza.


Erano totalmente diversi tra loro. Tyler, di notevole altezza, biondo e molto curato nel suo aspetto, dava l’impressione di essere una persona precisa. Portava i capelli lunghi fino a metà dell’ampia schiena e, nonostante stessero navigando da parecchi giorni, aveva il volto sbarbato e abiti lindi. Indossava una giacca chiara, lunga a sfiorargli le ginocchia, una casacca bianca e morbidi pantaloni scuri infilati negli stivali. Il volto ispirava simpatia, gli occhi erano grandi, celesti e limpidi, una mascella ben marcata donava un tocco di mascolinità a quei tratti troppo delicati.
  L’altro era poco più basso, con gli occhi scuri. I lineamenti erano fini, il naso piccolo, le labbra non troppo carnose. Indossava gli stessi abiti del loro primo incontro, ma questa volta oltre alla bandana sbiadita, portava quel bel copricapo a tricorno che gli donava un aspetto decisamente più importante.


Ho molto apprezzato anche l'amicizia che traspare tra i due pirati. Kole e Jack sono diversi ma allo stesso tempo simili. Uniti nel crudele mondo della pirateria.
Anche Elisabeth e Alyce sono molto amiche ma non ho apprezzato il loro legame tanto quanto quello dei due uomini.
Per quanto riguarda invece la parte romantica della storia, quella principale è in assoluto quella tra Alyce e Jack ma anche Kole ed Elisabeth hanno il loro spazio.
Quello che mi ha toccato di più è l'ossessione che ha Jack per Alyce. Lui, un libertino che ha avuto parecchie donne, è capitolato di fronte all'amore sempre più crescente per la nobildonna dai capelli corvini. All'inizio poteva essere un capriccio ma poi niente ha potuto contro il sentimento dell'amore.

«Jack...» mormorò Alyce, prima che il desiderio la rapisse, allontanandola dalla realtà. «Non usarmi solo per soddisfare un capriccio... ti prego.» 

  «Ancora non l’hai capito, milady?» le rispose lui, guardandola con occhi che palesavano la sincerità delle sue parole. «Sono innamorato di te e non basterà una vita intera a soddisfare questo mio capriccio, quindi rassegnati, non ti libererai tanto facilmente di questo pirata.» Nel dirlo la trascinò sotto di sé, deciso a mettere in pratica almeno parte delle fantasie che in quegli ultimi mesi non gli avevano dato tregua.


La Roggero ha uno stile piacevole e scorrevole. "Sono solo un marinaio" può sembrare uno dei tanti libri romantici con tanto di pirata superiperarci (?) sexy. Ma non è così, ci sono ben DUE superiperarci (?) pirati sexy (c'è il moro e il biondo per soddisfare quasi tutti i gusti di noi donzelle, ci manca il roscio) :P e la storia pur non essendo originale, cattura il lettore a tal punto da sentirti lì, nei Caraibi, in mare aperto. A provare le stesse sensazioni dei protagonisti.
In poche parole, un libro altamente consigliato. Attenzione! Potreste innamorarvi di Jack o di Kole, leggere attentamente il foglio illustrativo.

e mezzo



Nessun commento:

Posta un commento