venerdì 1 novembre 2013

Una sera a Parigi di Nicolas Barreau

Una Sera A Parigi 
di 
Nicolas Barreau



Copertina flessibile: 251 pagine
Editore: Feltrinelli (9 ottobre 2013)
Collana: I narratori
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8807030616
ISBN-13: 978-8807030611


"Ricordi, Alain,che mi chiedevi sempre come mai i film erano la cosa che amavo di più?
Oggi voglio dirtelo:la strada più breve è quella che va dagli occhi al cuore.
Non dimenticarlo mai, ragazzo mio.  "
In "Una Sera a Parigi" Nicolas Barreau ci racconta la storia di Alain Bonnard, un sognatore con un'immensa passione per il cinema che, pur avendo un lavoro ben retribuito, non esita ad abbandonare il suo impiego per rilevare il piccolo cinema d'essai dello zio, chiamato Cinéma Paradis in onore del film di Tornatore tanto amato da quest'ultimo.
In questo piccolo cinema non si mangiano i pop corn e si guardano solo film d'autore!
Per attirare maggiori clienti, ogni mercoledì sera, Alain propone una rassegna di film romantici che riscuote parecchi consensi e che gli permette di incontrare la "ragazza dal cappotto rosso".
Dopo averla solo guardata per mesi, un mercoledì, Alain finalmente trova il coraggio di invitarla a bere qualcosa e scopre che anche lei è attratta da lui.
Alain diventa improvvisamente l'uomo più felice del mondo e in più un grande regista americano, insieme ad una famosissima attrice francese, si presentano nel suo cinema  annunciandogli che vorrebbero usarlo nel film "Ricordando Parigi" che cominceranno a girare  nel giro di qualche settimana.
Tutto sembra perfetto, la donna dei propri sogni, Hollywood che bussa alla sua porta, un'attrice bellissima,alberghi e ristoranti di lusso, paparazzi scatenati, ma la misteriosa ragazza dal cappotto rosso scompare senza lasciare traccia.
Alain ne conosce solo il nome, Melanie, ed un indirizzo che si rivela sbagliato.
In un crescendo di speranze, indagini, malintesi e disillusioni lui cerca disperatamente di ritrovarla ma ogni tentativo conduce ad un fallimento finchè....abbiamo un piccolo colpo di scena (e di fortuna per Alain) e si scopre chi sia realmente Melanie e il perchè della sua scomparsa.
Avendo apprezzato molto "Gli ingredienti segreti dell'amore" ho cominciato questo libro con grande piacere, le premesse c'erano tutte, una dichiarazione d'amore nei confronti del cinema, una romantica storia d'amore sullo sfondo parigino, la penna di Nicolas Barreau, però, alla fine, non ne sono rimasta particolarmente entusiasta.
A mio avviso non è all'altezza dell'altro e ho trovato alcuni dialoghi un po' forzati e sciocchi soprattutto quando parla con il suo migliore amico, Robert, in cerca di consigli.
Per me è un libro da tre occhietti di drago



Una piccola curiosità, cercando maggiori informazioni sull'autore ho letto su wikipedia che, in realtà, è una scrittore immaginario creato da una casa editrice tedesca per sfruttare il consenso che gli scrittori francesi stavano avendo in Germania.
Altro motivo di disappunto.....

Nessun commento:

Posta un commento