martedì 5 giugno 2012

Recensione - Roma 40 d. C. Destino d'amore di Adele Vieri Castellano




40 d.C., Città di Roma, Gaio Giulio Cesare Germanico, Caligola, Imperatore.Marco Quinto Rufo è l’uomo più potente di Roma, secondo solo all’imperatore, Livia Urgulanilla ha un passato da dimenticare. Lui è un uomo temprato dalla foresta germanica, bello e forte che non conosce paura né limiti. Lei è un’aristocratica raffinata e altezzosa il cui destino è già scritto. Ma il dio Fato decide altrimenti e quando Rufo la porta via con sé non immagina lontanamente le conseguenze del suo gesto. Roma non è la Provincia dove tutto, incluso rapire una donna, è concesso. E anche se Caligola in persona decide di concedergliela, possederne il cuore sarà la più ardua e temeraria delle sue imprese. E Livia saprà donare il cuore a un uomo spietato che non esita davanti a nulla, se non a quello che sente per lei? Il primo romanzo di una trilogia che vi porterà in uno dei periodi storici più affascinanti del nostro passato; una storia che vi catturerà fin dalle prime pagine e alla fine ne rimarrete conquistati.

GIUDIZIO PERSONALE:

Assolutamente sublime! E' stato davvero piacevole leggere un romanzo d'amore ambientato nell'Antica Roma. L'autrice è stata bravissima con la ricostruzione storica e la caratterizzazione dei personaggi. I protagonisti sono ammirevoli. Marco Quinto Rufo è un uomo di cui è impossibile non innamorarsi.

Livia è una ragazza testarda e altezzosa con un passato che l'ha segnata a vita. A vent'anni ancora non è sposata (e a quel tempo venivi considerata vecchia per il matrimonio XD) appunto per un fatto accaduto tempo fa. Il suo patrigno l'ha lasciata fuori casa legata nuda per due giorni. Da allora la chiamano Livia Detecta (Svelata), un nome che gli provoca vergogna. Però un giorno riceve la proposta di matrimonio da un ricco signore, Settimio, un vero e proprio arrampicatore sociale. A lei non resta che accettare per non rischiare di rimanere sola una volta che sua madre (malata gravemente) non ci sarà più.
Il suo destino cambia all'improvviso con un incontro particolare. In un quartiere malfamato, viene salvata dal bello e potente Marco Quinto Rufo, un amico dell'Imperatore Caligola.
Da allora, per Rufo, quella ragazza diventò un ossessione e il suo obiettivo diventò impossessarsi di lei. La vuole e riesce a sposarla contro la volontà di lei. Livia riuscirà a cedere alla fine il suo cuore al marito?  Certo che sì!

Il bello di questo libro è che ci sono diverse storie d'amore parallele a quella tra Marco e Livia. Quella in particolare che mi è piaciuta è stata la coppia Lucio e Turia (sorella di Marco). Insomma, ognuno ha il suo lieto fine, tranne i cattivi che per tutto il libro ho sperato marcissero all'inferno ^__^
Davvero un bellissimo romanzo! La nostra Adele dev'esserne davvero orgogliosa. E' riuscita a farmi amare la storia dell'Antica Roma XD


7 commenti:

  1. Devo aggiungere nel mio harem Marco XD

    RispondiElimina
  2. Che bellooooo!!lo voglio leggere!!!uffa peccato che ancora non posso comprarmelo!!!voglio lavorareeeee!

    RispondiElimina
  3. Tania mettiti in fila XD
    Mary chiedilo al moroso :P

    RispondiElimina
  4. Ahahaha!!non ci avevo pensato!

    RispondiElimina
  5. Ciao Angel! Mi sono appena unito al tuo blog :D Questo libro mi affascina molto. Sinceramente, non essendo appassionato delle pubblicazioni della leggereditore, non avrei scommesso sulle potenzialità del libro, ma la tua recensione mi intriga e mi fa ben sperare :)
    Se ti va, fai un salto sul mio blog: mi farebbe piacere! ^^
    Un saluto! Buone letture!

    RispondiElimina
  6. Tesora ho premiato il tuo blog passa a vedere

    RispondiElimina