sabato 30 giugno 2012

Recensione - Highlander L'ultimo dei templari di Karen Marie Moning



Nel Quattordicesimo secolo l’Ordine dei Templari viene messo al bando; i suoi cavalieri, perseguitati in tutta Europa, vengono accolti in Scozia, in grande segretezza. Circenn Brodie è uno di loro, un guerriero immortale, custode delle reliquie sacre dell’Ordine e di una boccetta dal contenuto magico, appartenente al popolo delle fate. Il suo è un mondo retto da formule magiche e regole antichissime. Quando Lisa Stone viene catapultata dai giorni nostri in un castello medievale, tra le braccia dell’affascinante guerriero, la sua vita sembra crollare in un istante. Sarà un sogno o un terribile scherzo del destino? Nessuno dei due è pronto a questo incontro, ma nulla potranno contro la magia che sta per travolgerli. Il nuovo, eccitante capitolo di una delle serie più inconfondibili e seguite degli ultimi anni, quella degli Highlander, i guerrieri immortali.

GIUDIZIO PERSONALE:

OMG! Questa esclamazione dice tutto XD Anche in questo terzo volume della serie Highlander, la Moning non mi ha deluso. Ho amato Hawk in Amori nel tempo, Gabriel/Grimm in Torna da me e adesso amo anche il nuovo protagonista: Circenn Brodie. L'autrice crea dei personaggi maschili desiderabili da tutto il mondo femminile. Dotati (in quel senso XP), sexy, dal fisico possente e valorosi guerrieri scozzesi (Scoziaaaaaaaa!!!! °ç° emmm... scusate, reazione istintiva XD).

Lisa Stone è una donna dei giorni nostri che lavora per mantenere sua madre morente a causa di un cancro. Un giorno nel fare le pulizie al museo, tocca una boccetta che la scaraventa nella Scozia medievale. Appena arrivata, si ritrova davanti un uomo nudo, Circenn (fatemelo dire, che culo! XD). Lui non reagisce bene alla vista della donna poichè i suoi vestiti sono sospetti e poi il fatto che sia arrivata con la boccetta implica che lui deve ucciderla come da giuramento fatto ad Adam (vi ricordate il giullare delle fate Adam di Amori nel tempo? Eccolo ritornato). Combattuto tra la voglia di possederla al dovere di ucciderla, Circenn è confuso e la tratta freddamente. Fino al momento che si ritrova fidanzato con lei per ordine del re. A questo punto è inevitabile che cedino entrambi alla passione ma purtroppo Lisa ha ancora la madre nel futuro e ritorna, pur a malincuore nel lasciare Circenn, nel suo tempo.
Come se non bastasse il nostro signore scozzese è immortale, metà umano e metà fata. E indovinate un pò chi è il padre? Proprio Adam che tempo fa rese il figlio immortale per non perderlo. Pur di non lasciare la sua amata, Circenn si farà insegnare da suo padre la magia per poter viaggiare nel tempo e così ricostruire il futuro di Lisa in meglio (nel senso che salva la madre dal cancro e il padre non muore per un incidente autobilistico così nel futuro di Lisa, i genitori sono sani e salvi).
Loro si incontrano nel futuro e lì, Circenn le propone di diventare la sua sposa immortale e lei accetta con gioia.

Un bel finale. Con tanto di lei incinta XD e ti pareva. Con tutti questi uomini super virili è inevitabile che le donne rimangono subito fregate =P Adam in questo libro mi è piaciuto. Bhè, in realtà anche nel primo volume della serie non l'ho disprezzato di certo XD ma qui l'ho visto con occhi diversi. Qui è un padre che, a costo di farsi odiare dal proprio figlio, fa quello che gli sembra giusto per lui. Insomma, questa volta anche se compare poco ed è sempre un personaggio secondario, quel poco me l'ha reso migliore.


Nessun commento:

Posta un commento