venerdì 30 marzo 2012

Recensione - Matched La scelta di Ally Condie



Immaginate un mondo dove non esiste scelta. Un mondo in cui ogni passaggio della vita viene scandito e orchestrato della Società. Un mondo dove l’amore è stato ridotto a una semplice unione di individui geneticamente compatibili, in grado di creare una progenie perfettamente in salute, priva di difetti. A diciassette anni una cerimonia vi assegnerà il vostro compagno ideale, a ventuno vi sposerete e al compimento degli ottanta anni, non un giorno di più, una morte felice e tranquilla vi rimuoverà da una Società alla quale non siete più utili.
Questo è il mondo di Matched.
E’ il quindici del mese e, come è consuetudine, la Società celebra i Banchetti di Abbinamento. Cassia Maria Reyes ha 17 anni ed è arrivato per lei il momento di partecipare finalmente al suo Banchetto. Curiosa di sapere chi le verrà assegnato, Cassia ripone grande fiducia nelle scelte della Società: sa che il suo sarà il compagno perfetto. Quando i Funzionari chiamano il suo nome si alza e si dirige verso lo schermo dell’Abbinamento. Pochi secondi di attesa prima di scoprire che il suo compagno è un caro amico, un ragazzo che conosce da tutta la vita, Xander. Ma non è il volto di Xander quella che compare sullo schermo di casa sua, una volta inserita la micro card in dotazione a ogni ragazzo appena Abbinato. Il volto appartiene a un altro ragazzo, Ky.
Cassia si trova ora a un bivio, divisa tra due scelte impossibili: tra Xander e Ky, tra un’esistenza preordinata e un percorso che nessuno ha mai avuto il coraggio di seguire. Divisa tra due vite. Una pianificata e controllata e una illegale, pericolosa ma libera. Non più un quadro dove gli unici colori siano il bianco e il nero, ma un arcobaleno di tonalità, scelte da lei e non da chi ha sempre deciso al suo posto.

GIUDIZIO PERSONALE:

Bhè... di certo la trama e la copertina sono molto originali. Sopratutto la copertina che ti colpisce particolarmente. E' stata una lettura scorrevole e interessante ma... non mi ha convinto più di tanto. Speravo in qualcosa di più.

Per Cassia è il momento di essere abbinata a un compagno. Nel mondo in cui vive non è lei ha scegliere chi amare ma i Funzionari che guardano le caratteristiche di ogni membro della Società e scelgono le coppie che possono essere perfette.
Non solo in amore, gli abitanti non hanno scelta. Ma anche per il lavoro e la propria morte viene decisa da altri.

Siamo al giorno del banchetto dell'Abbinamento, una specie di agenzia matrimoniale possiamo dire XD. E lì vengono formate le coppie. Xander è il prescelto per Cassia. Lo stesso Xander, suo amico d'infanzia. Praticamente le è andata bene visto che conosce già il suo futuro marito mentre per gli altri sono estranei l'uno dall'altra.
Tutto sembra normale finchè a Cassia, invece del volto di Xander, gli compare Ky. Un altro ragazzo che conosce. Dev'essere per forza un errore.
Ky, a differenza di Xander, non può essere abbinato grazie al fatto che è figlio di un anomalia (traditore della Società). E' un ragazzo freddo e taciturno che sogna in segreto la libertà.
Da quell'errore, Cassia lo guarda con occhi diversi e passa con piacere le escursioni in montagna con lui. Sarà amore? E tra Xander e Ky chi sceglierà come uomo del suo futuro? Ma sopratutto, farà una scelta da sola senza i Funzionari di mezzo?

Come ho già detto, mi aspettavo di più da questo romanzo. In particolar modo nella caratterizzazione di Ky. Me lo immaginavo più "bad boy" invece che così sentimentale. Per il resto, Matched non mi è dispiaciuto. Non si legge tutti i giorni di mondi come questi dove non hai scelta su niente.


Nessun commento:

Posta un commento