venerdì 13 agosto 2010

Capitoli 30-31


Capitolo 30

Uscirono dalla cabina che era ormai tempo di pranzo e stavano mano nella mano ad andare verso la cucina.
Lei era ancora rossa per quello che avevano fatto poco fa mentre Shade rideva sotto i baffi per l’imbarazzo di lei.
-Calmati Fine. Non abbiamo mica commesso un reato-
-Lo so, è che… insomma! È pur sempre imbarazzante per me- disse non riuscendo a guardarlo in faccia.
-Ehy- e gli prese il viso tra le mani. – Per me è stato meraviglioso- disse con un sorriso dolce, Shade.
-A-anche per me- ammise guardandolo negli occhi blu profondi.
-Quello che abbiamo fatto è del tutto naturale tra persone che si amano e si desiderano. Non essere così imbarazzata se no farai ridere tutta la ciurma con il tuo viso rosso come un peperone- disse divertito.
-Scemo. Comunque stavo pensando una cosa-
-Cosa?-
-Che nemmeno nei miei sogni più profondi avevo immaginato che si provasse così intensamente l’amore. Mi sono sentita… completa-
-Già. Anch’io. Chi l’avrebbe detto che avrei fatto l’amore con la mia piccola principessa cantante!-
-Zitto! Non dirlo così ad alta voce!- lo rimproverò lei. Non voleva che lo sapessero anche gli altri.
-Va bene. Come vuoi-
-A proposito! Come vuoi che ci comportiamo adesso? Insomma… noi adesso… chi siamo per l’un l’altro?-
-Te l’ho già detto, mi pare-
-Eh?-
Si gira su di lei e la stringe forte a sé.
-Tu sei la mia donna… ed io il tuo uomo adesso. Ci comporteremo così come siamo. Niente più segreti, ok?-
-Ok, amore mio- disse e dopo essersi fissati intensamente, si baciarono con passione dimostrando ancora al mondo il loro amore.
Rimasero a baciarsi finchè non giunse un brontolio, uscito dallo stomaco di Fine, che interrupe il loro momento magico.
-Dai, andiamo a mangiare- disse dolcemente Shade staccandosi di malavoglia da lei.
-Sì- disse sorridendo radiosa ed entrarono in cucina.
Erano tutti lì a pranzare e a chiacchierare animatamente.  Praticamente mancavano solo loro due!
-Ehylà capitano! Francis! Vi davamo per dispersi, sapete!- esclamò allegro, Wolf.
-Esagerato- disse Shade.
-Ma che stavate facendo? Sentivamo delle urla provenienti da sotto- disse noncurante provocando un attacco di imbarazzo a Fine e Shade.
-Non sono affari che vi riguardano!- scoppiò il capitano.
-Dai! Ditecelo che ce l’avete fatta finalmente a farla vostra, capitano. Complimenti ai due innamorati!- si complimentò un pirata.
-Già! Un brindisi al capitano e a Francis!- disse un altro alzando il bicchiere di birra.
-Ignorali, Fine. Sono troppo indiscreti- gli sussurrò per tranquillizzarla.
-Non fa niente- disse tranquilla ma con il viso arrossato al limite. Dopotutto conosceva l’allegria dei compagni e i loro modi rozzi.
Si sedettero e cominciarono a mangiare anche loro sotto gli sguardi maliziosi di tutti.

Continua…

Capitolo 31

Passò una settimana dalla prima volta che fecero l’amore i due ragazzi, e le giornate venivano trascorse con la solita routine. Chiacchierata, litigio, pace e letto. Il loro carattere non era cambiato e litigavano sempre come marito e moglie. Però tutto finiva con un bacio appassionata e la voglia continuava fino a trovarsi in camera da soli.
Un'altra giornata stava trascorrendo felicemente finchè una nave della marina non attaccò la nave di Eclipse. Questa volta nella nave nemica c’era anche il comandante Reid.
-Certo che è proprio destino che ci incontriamo spesso- disse sarcastico Reid scendendo all’attacco sulla nave. Ormai la battaglia era iniziata e gli scontri andavano a susseguirsi. Eclipse costrinse Fine a mettersi al sicuro sottocoperta e lui andò a combattere contro il suo rivale.
-Già. A volte il destino fa brutti scherzi- controbatté Eclipse con altrettanto sarcasmo mentre attaccava con la spada.
-Questa volta non avrò pietà. Ti ucciderò oggi stesso così che Fine finalmente sarà mia-
-Mai! Lei non sarà mai tua! Anche se mi uccidessi, non guadagneresti mai il suo amore-
-Questo lo dici tu, capitano. Ora che la nostra amicizia è finita da anni, non mi resta che avere il cuore e il corpo di Fine-
-Mi dispiace contraddirti ma non avrai nessuno dei d…- non poté finire che si accorse che Fine era salita per vedere come procedeva il combattimento ed era svenuta.
-FINE!- dissero all’unisono i due uomini preoccupati. Alla loro esclamazione tutti si fermarono dal battersi e si girarono a guardare nella direzione dei loro comandanti.
Shade e Reid lasciarono le armi per correre dalla donna amata e subito il pirata la prese in braccio e la portò dal dottore, seguito dal comandante.
Prima, Fine non essendo riuscita a stare tranquillamente in cabina, salì al ponte per vedere se colui che amava stava bene. Lo trovò nel bel mezzo del duello con Reid e ogni colpo tra loro era una un dolore a Fine. Non voleva che qualcuno si facesse male. Stava per intervenire quando un forte giramento alla testa la fece svenire. Solo il buio.
Si ritrovò nella stanza con il dottore e gli sguardi di Shade e Reid puntati addosso. Reid?
-S-Shade… Reid- sussurrò la ragazza svegliandosi.
-Fine! Come ti senti adesso?- gli domandò prendendogli la mano, Shade.
-S-sono svenuta, vero? Adesso mi sento meglio ma non ricordo che cosa stava succedendo fuori- rispose sempre con la voce bassa.
-Non ti preoccupare di questo. Si sono fermati tutti. Siamo stati tutti in ansia per te, sai- disse Reid.
-Mi dispiace… non ce l’ho proprio fatta a starmene al riparo mentre voi combattevate-
-Sei un stupida! Non pensi a me? mi sono sentito morire vedendoti per terra senza sensi- disse il capitano arrabbiato per l’incoscienza della ragazza.
-Perdonami Shade… ma alla fine non ho niente. Ho avuto solo mal di testa-
-Non era un semplice mal di testa, mia cara- si intromise il vecchio medico.
-Eh? Allora che cosa ho avuto?-
-E’ l’inizio di ciò che ti accadrà per mesi, piccola-
-Non capisco- disse Fine confusa come i due uomini.
-Fine… lei aspetta un bambino-

Continua…

Nessun commento:

Posta un commento